8Bit – The Legend of Zelda

0

8Bit

Amanti degli 8bit venite a me!
In un 2014, dove la grafica dei games è ormai sviluppata con un favoloso 3D, siamo ancora in moltissimi ad amare i tanto retrò games a 8bit, ma perché non riusciamo proprio a toglierceli dalla testa? Forse perché erano i primi? O forse perché erano davvero magici? Una vera e propria risposta non c’è a questo quesito, ma la cosa importante è che molti palyers rimpiangono quei meravigliosi giochi che ancora adesso sono un vero e proprio cult tra gli appassionati.
Addirittura, essendoci ancora un pubblico molto vasto che non riesce proprio ad abbandonare quei pixel rettangolari, vi sono moltissimi siti internet dove poter riprendere le vecchie avventure tramite emulatori per NES (Nintendo), SUPER NES (Super Nientendo), Game boy e molte altre piattaforme che ne consentivano l’utilizzo.
Ma quali sono i giochi più amati di questo bellissimo periodo retrò?
Tanti. Partiamo quindi ad illustrare uno dei miei preferiti: The Legend of Zelda.

The Legend of Zelda

The Legend of Zelda è stato il primo episodio di una lunga serie videoludica ed è stato sviluppato per Nintendo (NES) nel 1986 da Shigeru Miyamoto.
Il game si è ispirato alle vicende immaginarie di Miyamoto, svoltesi nei boschi vicino a casa sua quando era un bambino e segue le avventure di Link, che nel regno di Hyrule, deve salvare la principessa Zelda da il cattivissimo Ganon e per far questo ha bisogno di recuperare otto frammenti della Triforza (uno strano oggetto). Il tema del videogioco è quello Fantasy e Medioevale ed è stato creato per supportare un solo giocatore.
Quest’ultimo è stato uno dei videogiochi che ha venduto più copie nella storia, e quindi è considerato uno dei più importanti e prestigiosi.

Club-Nintendo-The-Legend-of-Zelda

Una delle novità che il gioco ha portato nel panorama videoludico è stata quella di avere la possibilità di salvare i propri progressi, infatti fino a quel momento ogni giocatore per non perdere la partita doveva lasciare accesa cart-pre-opla console. Un’altra particolarità del gioco è stata la cartuccia, che invece di essere la solita grigia noiosa era di uno splendido oro.
Da non escludere nell’ambito innovazioni anche la possibilità di scegliere strade differenti per poter completare l’avventura, e non dover giocare per forza secondo un ordine di schermi prestabilito. Ovviamente la libertà non è del tutto totale, infatti l’accesso ad alcuni livelli è legato all’acquisizione di alcuni oggetti chiave.
Inoltre una volta che il gioco è stato completato è possibile passare alla “seconda impresa”, ovvero la mappa della superfice del mondo resta uguale, ma la posizione dei sotterranei è diversa e tutti gli oggetti da trovare sono nascosti in altri posti. Sono pochi i videogame che offrono la possibilità di una seconda impresa, però qui l’opportunità di rigiocare in maniera più difficoltosa c’è.

[adsense]

Game Series: The Walking Dead e The Walking Dead: Survival Instinct

Gli oggetti nascosti da ritrovare sono moltissimi e ognuno ha una sua funzione ben specifica:

– SPADE: per difendersi dai mostri.
– SCUDI: per proteggersi dai mostri.
– BOMBE: per abbattere pareti.
– CIBO: per disorientare alcuni nemici.
– FLAUTO: teletrasporta nei mondi e rimpicciolisce il guardiano delle catacombe.
– SCETTRO MAGICO: lancia energia che ferisce i nemici.
– POZIONI DELLA VITA: guariscono Link.
– BOOMERANG: paralizza nemici e raccoglie oggetti.
– FRECCE E ARCO: per difendersi dai mostri.
– LETTERA: serve per poter comprare le pozioni.
– CANDELA ROSSA: brucia cespugli e rileva passaggi segreti, inoltre illumina i passaggi bui delle catacombe.
– CANDELA AZZURRA: brucia cespugli e rileva passaggi segreti, inoltre illumina i passaggi bui delle catacombe.
– ANELLO AZZURRO: dimezza i danni inflitti a Link.
– ANELLO ROSSO: riduce a un quarto di danni subiti da Link.
– BRACCIALE DEL POTERE: serve per spostare alcuni massi.
– SCALA: per attraversare fiumi e laghi.
– CHIAVE MAGICA: apre qualsiasi porta.
– LIBRO DI MAGIA: potenzia lo scettro magico.
– ZATTERA: permette di attraversare mari e laghi.

the-legend-of-zelda-nes

STORIA: Ganon, Re del male, scappa da una prigione di massima sicurezza situata a Hyrule e tenta di impadronirsi della Triforza della saggezza, ma viene fermato dalla principessa Zelda che custodisce la Triforza. Zelda decide di dividere la Triforza in 8 parti per non farla ottenere a Ganon, il quale rapisce la principessa e s’impadronisce di un pezzo della Triforza. Le terre di Hyrule vengono infestate da moltissimi mostri liberati da Ganon e Link decide di recuperare tutte le parti della Triforza e salvare la principessa Zelda. Durante il suo cammino Link dovrà combattere con moltissimi guardiani dei pezzi di Triforza:

– Dodongo: un drago che per essere ucciso deve mangiare delle bombe.
– Aquamentus: drago verde che lascia palle di fuoco.– Gleeok: drago a più teste che lancia palle di fuoco.
– Digdogger: mostro tondeggiante quasi invincibile.
– Manhandla: mostricciattolo con quattro bocche che lanciano palle di fuoco.
– Ghoma: granchio gigante con un solo occhio.
– Patra: mostro con piccoli occhi volanti.
– Ganon: il mostro finale.

THE LEGEND OF ZELDA SAGA:

Dopo il grandissimo successo di Legend of  Zelda la Nintendo ha creato una vera e propria saga del gioco, famosissima tra tutti i players del mondo, facendo così di Legend of Zelda una serie di punta per la casa giapponese.

  • The Legend of Zelda (1986 Giappone, 1987 USA, 1987 Europa – Famicom/NES)
  • Zelda II: The Adventure of Link (1987 Giappone, 1988 USA, 1989 Europa – Famicom/NES)
  • The Legend of Zelda – A Link to the Past (1991 Giappone, 1992 USA ed Europa – Super Famicom/SNES)
  • The Legend of Zelda – Link’s Awakening (1993 – Game Boy; 1999 – versione a colori per il Game Boy Color)
  • The Legend of Zelda – Ocarina of Time (1998 – Nintendo 64)
  • The Legend of Zelda: Majora’s Mask (2000 – Nintendo 64)
  • The Legend of Zelda – Oracle of Ages/Oracle of Seasons (2001 – Game Boy Color; di Capcom)
  • The Legend of Zelda – The Wind Waker (2003 – GameCube)
  • The Legend of Zelda: A Link to the Past (2003 – Game Boy Advance; nuova edizione + Four Swords; di Capcom)
  • The Legend of Zelda: Four Swords Adventures (2004 – GameCube)
  • The Legend of Zelda: The Minish Cap (2003 Giappone, 2004 USA, 2004 Europa – Game Boy Advance)
  • The Legend of Zelda – Twilight Princess (2006 – GameCube/Wii)
  • The Legend of Zelda: Phantom Hourglass (2007 – Nintendo DS)
  • The Legend of Zelda: Spirit Tracks (2009 – Nintendo DS)
  • The Legend of Zelda – Ocarina of Time 3D (2011 – Nintendo 3DS)
  • The Legend of Zelda: Skyward Sword (2011 – Wii)
  • The Legend of Zelda: The Wind Waker HD (2013 – Wii U)
  • The Legend of Zelda: A Link Between Worlds (2013 – Nintendo 3DS)
  • The Legend of Zelda (titolo provvisorio) (2015 – Wii U)

La serie di Zelda ha influenzato tantissimi giochi da quel momento in poi, infatti il suo genere Action RPG ha aperto le porte allo sviluppo di moltissimi RPG da quel momento in poi come per esempio la saga di Final Fantasy. The Legend of Zelda è stato introdotto nella classifica del quindici videogiochi più venduti ed influenti di tutti i tempi del panorama ludico, grazie alla sua non-linearità e al suo modo aperto di eplorazione dei mondi.

Giocare online ad un 8bit

[adsense]

A chi non mancano i videogiochi ad 8bit e la loro colonna sonora?

Nata e cresciuta a Twin Peaks, Natasha, Video Designer televisiva, ha passato la sua vita a cercare gli alieni a Roswell, a tentare d'inserirsi nella comunità di Orange County, a fare shopping sfrenato con Carrie Bradshaw, a combattere numerosi vampiri al fianco di Buffy ed è stata un membro prezioso nell'entourage di Vincent Chase! Il suo motto: "Mai guardare un episodio in una notte, se puoi vedere una stagione intera!"