Adesivi orgogliosi nel messenger di Facebook: Zuckerberg e il pride.

0

20140601-110538-39938987.jpg

Il 28 giugno è il giorno del gay pride – giornata dell’orgoglio omosessuale e trans.

Dopo oltre quarant’anni da quelli che la comunità gay mondiale ricorda come i moti di StoneWall, storico locale gay di New York dove nel 1969 per la prima volta i clienti si ribellarono all’ennesima umiliante retata della polizia – qui potete leggere bene cosa accadde – , il mese di giugno in tutto il mondo è diventato il mese del pride.

Deve saperlo bene Zuckerberg di Facebook dato che ha incluso nel negozio di adesivi del Messenger degli stickers virtuali dedicati al pride.

A nostro avviso è un bellissimo gesto che conferma la policy GayFriendly di Facebook, lo scorso anno Mark Zuckerberg sfiló accanto ai suoi dipendenti al gay pride di San Francisco.

P.S.

In Italia il coordinamento Roma Pride porterà in piazza le rivendicazioni della comunità sabato 7 giugno e prima della grande parata gli organizzatori hanno allestito un Pride Park che coinvolgerà direttamente anche noi di dituttounpop il 5 giugno con una tavola rotonda sui personaggi gay nelle serie tv ndr.

Secondogenito e gemelli: questo la dice lunga sul mio carattere. “Ottantologo”, Pop addicted,nel corso degli anni ho collaborato con diverse testate, tra cui L@bel, Progress e Aut. La moda è la mia passione più grande perché è cultura, è visione sociologica della vita e del mondo. La Rete è la mia seconda casa. Sono dieci anni che il mio avatar è Psikiatria80, nome del mio primo blog, ma anche di tutti i miei profili sui tanti social network.