Amazon annuncia il debutto dei pilot di The Last Tycoon e The Interestings

0
The Last Tycoon

Amazon annuncia il rilascio dei pilot di The Last Tycoon con Matt Bomer e The Interestings per il 17 giugno.

Amazon ha appena annunciato la data in cui renderà disponibili i suoi prossimi pilot, che saranno sottoposti al giudizio degli utenti del servizio streaming, in base al gradimento Amazon deciderà se ordinare questi pilot a serie. Insomma si tratta del classico metodo utilizzato dal servizio streaming da quando produce serie originali, e quest’anno la pilot season include solo due drama: The Last Tycoon e The Interestings, insieme a 5 serie tv per ragazzi.

The InterestingsI pilot delle nuove serie tv saranno disponibili a partire dal 17 giugno, ovviamente solo in USA, Regno Unito, Germania, Austria e Giappone. The Interestings è un adattamento del romanzo di Meg Wolitzer ed è co-prodotto con la TriStar Television e racconta di un gruppo di giovani artisti che si incontra in un campo estivo nel 1974. La serie racconterà la loro vita e la loro amicizia nell’arco dei successivi trent’anni, amicizia che sarà messa alla prova da tragedie, successi, fallimenti e segreti. La protagonista sarà Lauren Ambrose (Six Feet Under) che interpreterà Jules Jacobson, che sogna di diventare attrice e che usa la sua intelligenza per compensare i suoi punti deboli: lo stile, la ricchezza e la mancanza di talento rispetto a quello dei suoi amici. Nel cast troviamo anche David Krumholtz (Numb3rs), Jessica Pare (Mad Men), Matt Barr (Sleepy Hallow), Gabriel Ebert, Jessica Collins (Rubicon) e Corey Cott (Public Morals).

The Last TycoonThe Last Tycoon, co-prodotto sempre con la TriStar Television, è scritto e diretto da Billy Ray (Hunger Games) e prodotto da Ray e Christopher Keyser (entrambi anche showrunner della serie). La serie è un adattamento dell’ultimo lavoro di Sott Fitzgerald e racconta la storia di Monroe Stahr (interpretato da Matt Bomer), uno dei migliori produttori cinematografici degli anni trenta, e della sua scalata al potere che lo metterà contro il suo mentore e attuale presidente della casa di produzione, Pat Brady (Kelsey Grammer), un personaggio basato su Louis B. Mayer. Attraverso questo personaggio la serie esplora la violenza, il sesso e l’ambizione della Hollywood degli anni trenta.

Dire che amo le serie tv è abbastanza scontato visto che sono qui, è una passione che ormai è diventata quotidianità e che si è allargata pian piano, passando da 4-5 serie a circa 80 serie durante l'anno (ma saranno di più). Scrivo per passione, e soprattutto scrivo per dar sfogo alla mia ossessione per gli ascolti e le previsioni di rinnovo delle serie tv, ma questo lo sapete già. Per info: d.allegra@dituttounpop.it