“Un anno con il Serial Club Volume #1”: torna la classifica delle dieci serie tv più significative.

0

Un anno con il Serial Club

Sono passati 365 giorni dal volume #0 di Un anno con il Serial Club, ed eccoci ancora qui: la storia è sempre quella, il posto (virtuale su Facebook) pure…. C’è solo più gente, che va e viene, che scappa e ritorna, che litiga e poi fa pace“. Con queste parole Alessia Barbiero, ideatrice e curatrice del progetto, dà il via al volume #1 (sarebbe il secondo!). Un esperimento social, nato lo scorso anno, attraverso le pagine social di un normale gruppo seriale (Serial Club Fanpage, Serial Club Gruppo), gestito e curato, quotidianamente, da Riccardo Cristilli. 

Il “Serial Club” è un gruppo che accoglie tutti (per volontà del gentilissimo Cristilli!) e, per molti di noi è una seconda casa, una sorta di “Storybrooke”, di “Isola” (l’isola di Lost tanto per capirci!), dove non c’è limite di spazio, di tempo e dove ci si diverte anche (qualcuno lo si trova sempre anche a tarda notte).

All’interno di questo gruppo, ancora una volta, oltre alla presenza fissa dei due pionieri Alessia Barbiero e Riccardo Cristilli, sono state scelte altre otto persone:  Carola J. De Lucia, Ivan e Luca Lemma, Gianmaria Tammaro, AnnaRita Morettini, Carlo Lanna, Natasha Nussenblatt, Giorgia Di Stefano, diverse rispetto allo scorso anno perché il “Serial Club”, è uguale, ma non statico.

L’idea di base è molto semplice: prendendo in esame il periodo tra settembre 2013 e agosto 2014, si è cercato di fare un’analisi del variegato mondo seriale, alla caccia di quei titoli che possono considerarsi artisti, titani, leader, pionieri e icone del piccolo schermo a puntate.

Dieci capitoli, dieci titoli di serie tv, venti mani, per un totale di cento dita ed è così che, anche quest’anno, nero su bianco, ha preso vita il volume #1: Tecnico e crime il capitolo di True Detective (scritto da Carola J. De Lucia); attuale e informativo quello di Gomorra (scritto da Riccardo Cristilli);  didascalico quello sulle prime due stagioni di Masters of Sex (scritto dai fratelli Lemma); ben confezionato, in puro stile inglese, il racconto di Peaky Blinder ( scritto da Gianmaria Tammaro); perfetto, in ogni sua parola, quello dedicato ad Inside No. 9 (scritto dalla simpaticissima AnnaRita Morettini); veritiero, hipster, e con un tema attuale il capitolo dedicato a Looking (scritto da Carlo Lanna); interessante e sociale quello dedicato a Shameless (scritto dalla nostra Natasha Nussenblatt); intenso e descrittivo il capitolo dedicato a The Honourable Woman (scritto a quattro mani da Gianmaria Tammaro e Riccardo Cristilli); iper-reale e fantascientifico il capito dedicato a Real Humans ( scritto da Alessia Barbiero); emozionante, completo ed esaustivo il capitolo di Breaking Bad ( scritto da Giorgia Di Stefano).

Il libro è disponibile su Amazon ad un costo irrisorio ed è disponibile sia la versione e-book sia la versione cartacea (clicca qui per maggiori informazioni)

Le illustrazioni sono state realizzate dall’illustratore Giuseppe Acquaviva e potete ammirarle nell’apposita galleria

Classe 1983. Nonostante gli studi prettamente scientifici, Liceo Scientifico prima e Facoltà di Ingegneria dopo, ho continuato a coltivare quelle che sono le mie vere passioni, facendo emergere, tra le altre cose, un lato artistico. Le mie giornate durano in media 19 ore, escludendo le ore di sonno. Appassionato di tv (talent e reality in primis), serie tv e teatro, ho collaborato con diversi blog televisivi: InsideTv, Magazinet e Teleblog, pubblicando il Volume #0 di "UN ANNO CON IL SERIAL CLUB".