Con Netflix arriva Bloodline un intenso affresco familiare con venature thriller

0
bloodline su Netflix

Bloodline su Netflix in Italia dal 22 ottobre

Netflix è ormai arrivato in Italia, dal 22 ottobre (leggi qui) con tutto il suo carico di serie tv originali (e non), film, documentari, show e speciali comici. Tra le tante proposte in arrivo da non perdere è la serie Bloodline in 13 episodi creata da Todd e Glenn Kessler, già autori di quel gioiellino sottovalutato (e da recuperare per chi se lo fosse fatto sfuggire) di Damages con Glenn Close, prodotta insieme alla Sony.

Bloodline su Netflix: trama e cast

Bloodline su Netflix porta un’intensa saga familiare con elementi thriller che la rendono un mix tra il crime e il family drama tradizionale. Racconta la storia della famiglia Rayburn, che vivono nelle Keys dove hanno un famoso resort, una famiglia molto unita e amata nella comunità di cui fanno parte. La loro placida serenità viene stravolta dall’arrivo del figlio maggiore Danny interpretato da Ben Mendelsohn, che ha ottenuto anche una nominaton agli Emmy (meritatissima) come miglior attore non protagonista. Danny è la pecora nera della famiglia, coinvolto in loschi affari, con amici poco raccomandabili, ha sempre vissuto lontano da casa e ogni suo ritorno coincideva con una tragedia.

La storia, come nel precedente lavoro dei Kessler, Damages, è costruita su due piani temporali diversi, con degli eventi futuri che sono la conseguenza dei fatti dell’oggi, legati al ritorno di Danny, ma entrambi sono conseguenza di un evento del passato che ci viene pian piano mostrato attraverso dei flashback.

Oltre a Ben Mendelsohn, nel cast troviamo Kyle Chandler (nominato anche lui agli Emmy) nei panni di John Rayburn, detective locale, secondogenito dei Rayburn, gli altri due figli sono Linda Cardellini e Norbert Leo Burtz; Sissy Spacek è invece la madre mentre Sam Shepard interpreta il padre della famiglia. Tra gli altri nomi presenti nel cast con ruoli più o meno minori, troviamo Chloe Sevigny, Steven Pasquale, Enrique Murciano. Nella già annunciata seconda stagione arriverà inoltre John Leguizamo.

Bloodline è una serie tv complessa e stratificata, che unisce elementi diverse, piani temporali diversi e chiavi di lettura delle situazioni raccontate tutte da scoprire. La prima puntata ricorda molto la struttura di Damages, i flashback e i flashfoward mostrano frammenti che non rivelano nulla di quello che succederà, anzi il più delle volte complicano ulteriormente la situazione. Nelle puntate successive prende il sopravvento la componente drama rispetto a quella crime/thriller e la storia si concentra sulle dinamiche interne alla famiglia Rayburn, tra liti, segreti e misteri.

Bloodline su Netflix: il trailer

Bloodline è una serie adulta, matura, come probabilmente oggi solamente Netflix e pochi altri canali cable possono fare. Non è una serie facile, richiede impegno da parte dello spettatore, non cede a facili entusiasmi, non ti permette di sapere troppo e sei consapevole che ogni passaggio è importante. Al tempo stesso guarda alla sostanza e non alla forma, non cerca l’eccesso a tutti i costi, ma sviluppa il contenuto per quello che è. Se lo spettatore vuole prendere l’impegno di guardarlo bene, altrimenti può scegliere un altro prodotto. Non cerca l’acclamazione della folla, ma la dedizione della nicchia. Se siete parte della nicchia, è una serie da non perdere.

Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a r.cristilli@dituttoupop.it