Bordertown su Fox Animation la nuova serie del papà de I Griffin

0
Bordertown
BORDERTOWN: As the Gonzalez and the Buckwald families paths begin to cross, the two families soon become bound by romance, conflict and, perhaps most importantly, friendship Ð a word that means the same, no matter what side of the border youÕre from on BORDERTOWN, a new animated comedy about two families living in a Southwest desert town on the U.S. - Mexico border, premiering Sunday, Jan. 3, at 9:30/8:30c on FOX. BORDERTOWN ª and ©Ê2015 TCFFC ALL RIGHTS RESERVED. CR: FOX

Bordertown su Fox Animation da questa sera ogni mercoledì alle 22:50. La comedy su immigrazione e integrazione creata da Seth MacFarlane “papà” de I Griffin

Debutta questa sera in prima tv assoluta su Fox Animation (canale 127 di Sky) Bordertown la nuova serie tv comedy animata di Seth MacFarlane creatore de I Griffin, American Dad e del film Ted. La serie racconta in chiave ironica l’immigrazione e le difficoltà di integrazione di una cittadina al confine con il Messico, ma nonostante la comicità tipica di MacFarlane, non sta avendo negli USA il successo sperato e difficilmente sarà rinnovata per una seconda stagione.

Bordertown racconta la storia di due famiglie che vivono a Mexifornia, una fittizia città del Texas situata al confine tra gli Stati Uniti e il Messico. I due personaggi principali sono Bud Buckwald, un agente di frontiera poco incline ad accettare i cambiamenti culturali in atto negli Stati Uniti, e il suo vicino di casa Ernesto Gonzalez, un immigrato padre di famiglia ambizioso, felice di vivere con la sua famiglia negli USA.

Nel corso del primo episodio Bud si infuria quando viene a sapere che sua figlia Becky ha deciso di sposare J.C., il nipote di Ernesto appena rientrato a Mexifornia dopo aver concluso il college. La storia tra i due, per la felicità di Bud, viene però stravolta dall’approvazione di una rigida legge anti-immigrazione (la “Show me your papers law”) che porta all’immediata deportazione in Messico di J.C.

Impossibile non pensare a uno degli uomini più potenti del mondo, attualmente in corsa per prendere il posto di Barack Obama alla Casa Bianca, e alla sua volontà di costruire un muro invalicabile che separi gli Stati Uniti dal Messico (tema che peraltro viene ripreso direttamente nel secondo episodio).

La particolarità di Bordertown risiede proprio nella capacità di trattare temi di estrema attualità come l’immigrazione, l’integrazione e la discriminazione nelle zone adiacenti al confine tra Stati Uniti e Messico con un tono totalmente ironico.

Infine, nella versione originale di questa comedy animata tre stelle prestano la propria voce ai protagonisti di Bordertown: si tratta di  Hank Azaria (voce di Moe, Apu, Winchester, Carl e dell’Uomo dei Fumetti in I Simpson), Alex Borstein (voce di Lois Griffin in I Griffin) e Missi Pyle (The Artist, Gone Girl–L’Amore Bugiardo).

Qui il calendario con le serie tv in Italia di Maggio
Qui il calendario con le partenze delle serie tv in Italia