Daria Bignardi intervista Fedez: “Renzi è un giovane vecchio”.

0

Daria Bignardi intervista Fedez

E’ stato ospite ieri sera nella prima puntata de Le Invasioni Barbariche. La star del momento, Fedez, che con il suo album Pop-Hoolista è ancora nelle prime posizione di vendita, ha parlato, nella trasmissione condotta da Daria Bignardi su La7, di tutto ciò che gli è successo in questo ultimo anno, dall’esperienza ad X Factor alle sue battaglie personali avvenute sui social network, fino ad arrivare al suo passato da bambino.

La sua partecipazione nella trasmissione inizia con l’esecuzione appunto del suo ultimo successo: Pop-Hoolista che lo stesso ha voluto dedicare a Matteo Renzi: “Questo è un mio piccolo regalo di compleanno per il neo quarantenne Presidente del Consiglio Matteo Renzi, che da giovane boy scout che aiutava i vecchi ad attraversare sulle strisce, è diventato un giovane vecchio che attraversa i cieli con un aereo di stato per andare in vacanza…..

per ascoltare le dichiarazioni e vedere il video cliccare sul link nel fondo dell’articolo!

Fedez e il rapporto con Morgan, Victoria e Mika ad X Factor 

Il cantante poi, fa un bilancio della sua esperienza ad X Factor e il perché ha deciso di partecipare come giudice: “X Factor non l’ho fatto per soldi, ma lo rifarei solo per una questione economica. Inizialmente mi sono proposto io, loro non mi volevano. Avevo saputo che c’era in lizza un altro rapper di cui non farò il nome perché non è carino quindi ho deciso di provarci. Ho preso un aereo, fatto un provino…ed è andata bene”. 

E sul rapporto con gli altri colleghi, rivela: “Io e Morgan eravamo ai poli opposti della scrivania di X Factor ma non solo: eravamo poli opposti su tutto. Il nostro però era un rapporto vero, ci tengo a dirlo. Con Victoria non c’era alcun rapporto, forse non siamo mai riusciti a comunicare nel modo giusto, Mika invece era troppo star internazionale per pensare di poterci fare amicizia. Sai il giorno prima della gita scolastica quando pensi che sarà tutto fighissimo poi ci vai e non succede un cazz0? Ecco.”

Fedez da bambino

La conduttrice ha poi voluto sapere tutto su di lui:

Ero grasso…..da piccolo ero bruttarello e grasso. In carne tendente al grasso. Mangiavo molto, penso che sia un fatto di metabolismo. Non ero un bambini simpaticissimo, non lo sono mai stato un bambino simpatico. Ero un bambino diverso…..nel senso che vivendo in periferia, sai lo stereotipo era proprio quello, il truzzo, il calcio, tutti andavano a giocare a calcio, tutti ascoltavano la musica elettronica.A me piaceva il punk…ero un pesce fuor d’acqua. Non ero ben inserito nella comunità. Avevo pochi amici….”

Daria poi cerca di approfondire le “esperienze “del ragazzo, riguardanti fasi di droga e alcol:

Ho avuto tutto le fasi che si devono avere……La droga nella fase adolescenziale, tra i sedici e i diciotto  anni. Per assurdo, io che ho frequentato molto i centri sociali, dove si pensa che i centri sociali li riconosci come quelli che sfondano la macchina di Salvini o che ti fai delle gran canne, io sono arrivato abbastanza in ritardo al contatto con le droghe. Nei centri sociali non ho mai toccato droghe, perché avevo degli input e degli stimoli artistici e di confronto. Io sono venuto al contatto con le droghe nei luoghi riconosciuti dalla società civile, come le discoteche.  Ho fatto le mie esperienza….ho finito. Ho avuto anche abbastanza traumi”. 

Fedez contro Facchinetti

Si è parlato poi della questione che, negli ultimi tempi, ha tenuto banco soprattutto sui social network:

“Ho un pregiudizio verso i figli di. Se non fosse stato figlio di quello dei Pooh, mai gli avrebbero dato un contratto discografico. Si può dire che abbia ostacolato la carriera mia e di altri più validi. In un’intervista parlavo del merito e del fatto che io non riuscissi a superare l’ostacolo, il pregiudizio che ho nei confronti dei figli di per quanto anche lui stia facendo un buon lavoro nel management dei suoi talenti. Lui da lì ha cominciato a dire che io lo stavo attaccando. Se solo avesse letto l’intervista invece di limitarsi a titolo e figure, forse avrebbe capito che non lo stavo attaccando”.

L’intervista si conclude con una dichiarazione della stesso cantante, su quello che è il mondo dello spettacolo e della musica : “La raccomandazione è il punto cardine del mondo dello spettacolo eccezion fatta per la musica. La musica è più meritocratica anche grazie ad internet”. 

Video di Fedez che canta Pop-Hoolista

[adsense]

Classe 1983. Nonostante gli studi prettamente scientifici, Liceo Scientifico prima e Facoltà di Ingegneria dopo, ho continuato a coltivare quelle che sono le mie vere passioni, facendo emergere, tra le altre cose, un lato artistico. Le mie giornate durano in media 19 ore, escludendo le ore di sonno. Appassionato di tv (talent e reality in primis), serie tv e teatro, ho collaborato con diversi blog televisivi: InsideTv, Magazinet e Teleblog, pubblicando il Volume #0 di "UN ANNO CON IL SERIAL CLUB".