Domenica Live – Intervista a Silvio Berlusconi: “Renzi è un simpatico tassatore. Gli Italiani non hanno mai saputo votare”

0

Berlusoni a DomenicaLive

Silvio Berlusconi è intervenuto oggi durante la puntata di Domenica Live.  Intervistato dalla conduttrice Barbara D’Urso, Berlusconi ha parlato di tantissimi argomenti: ” Renzi è un simpatico tassatore e gli Italiani non hanno mai saputo votare”.

Nella giornata dedicata quasi esclusivamente alla canonizzazione dei Papi, Barbara D’Urso ha pensato bene di ospitare in studio, nel suo programma Domenica Live, Silvio Berlusconi. Una presentazione che lascia poche parole:  “Un anno e mezzo fa è tornato qua per fare la sua discesa in campo. Nel frattempo le elezioni che doveva perdere le ha pareggiate, un ruolo decisivo nella rielezione di Napolitano, del governo Letta poi è successa la condanna e ora è ai servizi sociali”.

Berlusconi: “sono in questa trasmissione per svolgere un servizio sociale”.

Barbara: “Lei sa bene che il pubblico che guarda le mie trasmissioni è un pubblico particolare….anche semplice, dove ci sono tante donne, quindi si preparai perché le farò tante domande sulle donne…..lei ha parlato del simpatico tassatore Renzi. vogliamo partire da questo?”

Berlusconi: “Renzi è sicuramente simpatico, è un grande comunicatore, ha molto coraggio, ha una capacità di lavoro che mi ricorda quella che avevo io alla sua età…..e  anche lui espressione delle sinistra e la sinistra ha come Vangelo quella di aumentare le spese e quindi di aumentare le tasse. Da 64 giorni che lui è a Palazzo Chigi sono già aumentate le tasse sulla casa, tre volte quelle che c’erano quando c’eravamo noi. Ha messo un aumento importante sulle imposte, sugli interessi che i depositanti ricevono sui conti correnti bancari e postali, portandoli dal 20% al 26%….”

[adsense]

Barbara: “Come si fa per abbassare questa pesantezza fiscale?

Berlusconi: “Non c’è altro modo per abbassare le tasse che tagliare la spesa pubblica. Noi abbiamo indicato diverse volte dove andare a tagliare….ma non sempre è stato possibile farlo perché abbiamo avuto contro di noi uno schieramento assoluto, soprattutto dei sindacati pubblici, ma anche dell’opposizione di sinistra che è sempre stata nei nostri confronti una opposizione del tanto peggio tanto meglio…..Sento che tutti i signori della sinistra che fanno interviste, tutti parlano dei venti anni, nei quali noi abbiamo avuto nove anni di governo, come di un fallimento, di un disastro come se noi non avessimo fatto nulla. Le quaranta riforme che noi abbiamo fatto in nove anni di governo, ed enti che non sono dalla nostra parte, hanno potuto arrivare alla conclusione  che abbiamo fatto più noi, che tutti i più 50 governi che ci hanno preceduto dal 1948. La sinistra, quando è stata al governo, a pari anni di noi, ha fatto solo cinque riforme che sono più delle controriforme……Per rispondere alla sua domanda dico che bisogna imparare a votare. Gli italiani, noi, non abbiamo mai imparato a votare. Dal 1948 ad oggi, anziché scegliere un partito a sinistra e un partito nel centro destra, abbiamo frazionato il nostro voto per cui siamo stati sempre lontanissimi dalla possibilità di avere un paese governabile”. 

[adsense]

Classe 1983. Nonostante gli studi prettamente scientifici, Liceo Scientifico prima e Facoltà di Ingegneria dopo, ho continuato a coltivare quelle che sono le mie vere passioni, facendo emergere, tra le altre cose, un lato artistico. Le mie giornate durano in media 19 ore, escludendo le ore di sonno. Appassionato di tv (talent e reality in primis), serie tv e teatro, ho collaborato con diversi blog televisivi: InsideTv, Magazinet e Teleblog, pubblicando il Volume #0 di "UN ANNO CON IL SERIAL CLUB".