Franca: chaos and creation, il documentario da oggi al cinema, per tre giorni

Esce oggi nelle sale cinematografico “Franca: chaos and creation” ,il documentario di Francesco Carrozzini sulla vita di sua madre Franca Sozzani.

0
Franca Sozzani

Franca Sozzani per 28 anni ha diretto la versione italiana di Vogue. Nonostante il limite della lingua l’ha resa LA rivista più importante al mondo. Ha dato fiducia a quelli che oggi sono i più importanti fotografi e artisti del panorama mondiale. Suo figlio Francesco Carrozzini la racconta attraverso un ritratto intimo e inedito.

Esce oggi nelle sale cinematografiche “Franca: chaos and creation” ,il documentario di Francesco Carrozzini sulla vita di sua madre Franca Sozzani, la Direttrice di Vogue Italia, dal 1988 al 2016, purtroppo anno della sua scomparsa. Il film sarà nelle sale solo il 25, il 26  e il 27 settembre  – l’elenco completo lo trovate qui.

Quando venne annunciato il progetto fu una “sorpresa” per tutti perché Franca Sozzani era  un personaggio pubblico, era famosa in tutto il mondo, ma al tempo stesso era una donna che aveva fatto della sua vita privata una vera roccaforte.

Nel film si lascia molto andare, si racconta, probabilmente perché si fidava di chi aveva davanti, perché, come tutte le volte che ha scelto una copertina controversa, sapeva che era il momento adatto.

Purtroppo tre mesi dopo la presentazione veneziana è arrivata la notizia della sua morte e come prevedibile il film è diventato quasi un “tributo” al suo lavoro.

Ammetto di essere di parte perché sono cresciuto nel mito di Franca Sozzani, ho “conosciuto” Vogue Italia con lei già al timone di tutto.

Alcune delle cose che ho visto nel film le ricordavo bene, polemiche comprese. Dalla copertina con Linda Evangelista per “Make over madness” a quella ispirata dalla tragedia dello sversamento di petrolio nelle acque del golfo del Messico del 2010 solo per citarne due.

È interessante il racconto di come sono nate alcune scelte, anche personali, che fanno emergere un carattere forte e decisamente fuori dagli schemi classici, nonostante la cultura borghese in cui è nata e si è formata.

Per chi non consoce il personaggio Franca Sozzani e il suo lavoro scoprirà un mondo creativo, stimolante, Glamour, mai banale e mai superficiale. Per chi già amava il suo lavoro si troverà di fronte ad una lettera d’amore di un figlio a sua madre.

Vi consiglio di non perderlo


Salva

Salva

Salva

Salva

Salva