Game Series: The Walking Dead e The Walking Dead: Survival Instinct

0

 

photo.php

Sappiamo tutti che il fenomeno The Walking Dead non si è fermato ai fumetti creati da Robert Kirkman, ma successivamente si è espanso alla Serie Tv che va in onda su AMC, che negli ultimi anni ha avuto un successo e un clamore notevole da parte di fan. Come per ogni icona che si rispetti sono stati creati anche i videogames dedicati alla saga: quelli basati sul fumetto, e uno basato sulla Serie Tv. I primi, che si rifanno ai fumetti, sono formati da due stagioni composte da cinque episodi ciascuno e sono stati sviluppati dalla Telltale Games. Il gioco è un ibrido fra un graphic adventure e un action, nel quale il giocatore deve riuscire a usare gli oggetti che raccoglie per l’inventario e interagire con l’ambiente che lo circonda. Il giocatore ha a disposizione un tempo limitato per capire come procedere, e ovviamente potrebbe anche essere ucciso in questo varco temporale. Il punto di vista del giocatore è quello di un personaggio fittizio che si chiama Lee Everett, ma  sono presenti come cameo anche  Glenn e Hershel. La Telltale Games è riuscita a creare un’avventura grafica che ha sbaragliato a pieni voti la concorrenza, soprattutto per il basso costo per il quale il gioco viene venduto (5,00 euro ad episodio). Nel 2013 The Walking Dead vince il premio Game of The Year durante i Video Games Award di Spike TV.

[adsense]

Gli episodi della Season 1 sono appunto 5:

– A New Day
– Starved for Help
– Long Road Ahead
– Around Every Corne
– No Time Left

Vi è inoltre un episodio speciale “400 days” che fa da ponte tra la prima e la seconda stagione e ha come protagonisti ben cinque personaggi, il giocatore può scegliere da quale storia cominciare e indipendentemente da questo tutte le storyline si svolgeranno ugualmente.

Una curiosità: Nell’episodio “Starved for Help” vi sono sull’entrata del fienile delle targhe appese sopra le porte. La prima in alto a sinistra è della jeep 18 del film Jurassic Park, la stessa targa per la quale la Telltale Games ha creato il video gioco di Jurassic Park .

Inutile dire che tutti i capitoli sono disponibili per ogni piattaforma e li potete trovare anche su App store.The_Walking_Dead_Videogame

Stessa cosa vale per la Season 2 che è composta sempre da cinque episodi:

– All That Remains
– A House divided
– In Harm’s way
– Amid the ruins
– No going back (disponibili 5 finali differenti)

Come avrete notato le cinematics sono favolose e non sono state progettate proprio in pieno stile del fumetto, ma anzi hanno una loro vera e propria identità. Anche i tratti mimici dei personaggi sono davvero ben delineati e riescono a trasmettere qualcosa di forte. Ma la componente che vince in questa saga è proprio la capacità di coinvolgere il giocatore, sottoponendolo ad una serie di scelte che lo obbligano ad interrogare la sua morale e ponendolo di fronte a situazioni psicologicamente difficili. Pur essendo, per la maggior parte del tempo, una sorta di vecchio “punta e clicca” in realtà possiamo tranquillamente affermare che il tutto è rappresentato in chiave moderna, soprattutto grazie ai numerosi dialoghi presenti con la funzione di scelta multipla che quasi può ricordare uno dei primi del genere: “Monkey Island“. Anche il fattore temporale rende l’avventura ancora più coinvolgente per il player che viene catapultato in un mondo dove la velocità con cui si fanno delle scelte è fondamentale per sopravvivere. Anche l’elemento sonoro dona un surplus al videogame, sottolineando i momenti tragici e quelli di forte tensione nella maniera più relistica possibile.

Screen-shot-2012-03-19-at-3.55.54-PM

Per quanto riguarda invece il videogame basato sulla Serie Tv il titolo è: The Walking Dead: Survival Instinct, ed è stato creato da Activision. E sviluppato da Terminal Reality (quelli di Ghostbusters: The Videogame). Questo è stato creato come prequel della Serie Tv e mostra cio’ che è successo a Merle e Daryl, i due fratelli Dixon, durante i primi momenti dell’apocalisse Zombie. A differenza di quello della Telltale Games quest’ultimo è uno sparatutto in prima persona, infatti il player assume il ruolo di Daryl e può combattere contro gli Zombie con armi da fuoco, oppure adottare un comportamento furtivo. Per uccidere gli zombie si possono utilizzare armi più deboli come bastoni o pugnali, che sono più silenziose delle pistole e dei fucili, ma che hanno bisogno di più colpi per eliminare definitivamente un Walker. Ma non è solo Daryl a partecipare all’avventura, infatti nel corso del gioco altri compagni si uniscono al gruppo e Daryl stesso può decidere se tenerli o mandarli via. Una cosa bellissima è che gli attori Norman Reedus (Daryl) e Michael Rooker (Merle) prestano le loro voci e fattezze per i personaggi del gioco. Una grande pecca del gioco però è che manca la possibilità del multiplayer, infatti si può avere solo un giocatore singolo.

Sony annuncia il suo servizio Cloud per TV – Playstation Vue

[adsense]

14612_3aCome potrete notare dal teaser che era uscito per il gioco, questo è davvero basato in tutto e per tutto sulla Serie Tv. La cosa che più trovo geniale è la sigla iniziale che oltre ad avere la stessa opening song della serie, ne ha ripreso anche il montaggio e la grafica, usando la tecnica del Motion Traking (ovvero quando una scritta o un’immagine viene collegata al movimento di camera tramite dei punti fissi) per le titolazioni. Bellissima.
Per il resto il videogame è stato molto criticato dai players soprattutto per il combattimento macchinoso e anche per il fatto che il finale del gioco non si allacci in qualche modo alla Serie Tv. Ed inoltre anche perché non racconta molto, i personaggi che s’incontrano non trasmettono nulla  è semplicemente un videogioco “freddo”, dove i dialoghi sono superficiali e poco approfonditi. Durante il viaggio in cui Daryl deve recuperare Merle non succede assolutamente nulla e il personaggio si unisce a Daryl dopo la metà del gioco, ma non vi sono alcune possibilità di interagire con lui, tranne per qualche piccola scena, comunque Merle è praticamente inesistente in questa avventura. Diciamo che a livello narrativo non è proprio il videogame che il fandom di The Walking Dead si aspettava. Non è male invece l’introduzione della dinamica stealth, che permette di nascondersi dietro le spalle di uno zombie e farlo fuori con un semplice e veloce click. Anche la sorta di mini-game che appare quando si è circondati da molteplici zombie in cui si può puntare il cursore sulla testa del Walker e premere il grilletto, è una bella funzione  che consente al giocatore di eliminare una quantità elevata di Walkers senza perdere energia o proiettili.
The-Walking-Dead-Survival-Instinct_screen-7A livello di computer grafica non possiamo di certo lodare questo game perché come modellazione 3D non è proprio il massimo, addirittura le texture sono un po’ piatte e sembrano rifarsi ai videogiochi anni 90′. I materiali non sono del tutto ben studiati e anche le luci sembrano essere poco curate. Però si sa non è facile raggiungere i livelli della Serie Tv!!! Per quanto riguarda la colonna sonora diciamo che è quella legata allo show, ma vi sono suoni ambientali davvero ben fatti che aiutano il player ad immedesimarsi nel gioco. Non si può dire lo stesso per il doppiaggio…

In definitiva il tema The Walking Dead fa sempre molto scalpore, ma quale videogame vorreste avere nella vostra collezione?

Nata e cresciuta a Twin Peaks, Natasha, Video Designer televisiva, ha passato la sua vita a cercare gli alieni a Roswell, a tentare d'inserirsi nella comunità di Orange County, a fare shopping sfrenato con Carrie Bradshaw, a combattere numerosi vampiri al fianco di Buffy ed è stata un membro prezioso nell'entourage di Vincent Chase! Il suo motto: "Mai guardare un episodio in una notte, se puoi vedere una stagione intera!"