Grande Fratello 14 – Rebecca racconta la sua storia: “la mia missione è portare felicità…mi piaccio così”

0
Rebecca racconta la sua storia

Rebecca racconta la sua storia nella casa del Grande Fratello 14: “la mia missione è portare felicità strappare qualche sorriso.. non bisogna chiudersi in se stessi……bisogna parlare” 

Simone il suo compagno di squadra le rivolge parole bellissime: “tu sei stata onesta e hai buttato la verità sul piatto e la verità è un principio base che sta ancora prima di ciò che bene e male…”

All’interno della casa del Grande Fratello 14, Rebecca  è stata la protagonista indiscussa di questo primo pomeriggio. Ovviamente, anche sotto indicazione del Grande Fratello e degli stessi autori, i ragazzi, viste le loro storie importanti, hanno iniziato a raccontarle ai compagni per conoscersi meglio ma soprattutto per fornire materiale alle tante trasmissioni e siti che li seguono quotidianamente.

La storia di Rebecca c’era stata presentata in maniera molto semplice e lineare, senza fronzoli e sfumature e lei stessa, l’ha voluta raccontare allo stesso modo ai suoi compagni. Dopo aver parlato della sua decisione ha aggiunto qualche dettaglio,

“Mi piace il giardino, la cucina tradizionale, la famiglia…..pecco perché mi piace intromettermi sempre, perché parlo troppo e perché mi piace strappare risate e battute….sono vendicativa anche dopo anni. Mi sento felice, loro che mi ascoltano mi conoscono da un po’ e non dico niente più, ci avevo rinunciato e mi hanno emozionato……la mia missione è portare felicità strappare qualche sorriso e non farvi mai cadere nell’oscurità della tristezza, dell’angoscia dei pensieri e tenervi il morale a mille. Voglio essere una tata….mi reputo più anziana….Ho lo spirito materno….sono così…..sono disponibilissima”.

Il dottor G curioso ha chiesto se fosse stata una vita facile: “per me non è stata una sofferenza…..le sofferenze che ti restano impresse nel cuore sono altre. Non mi sono mai lamentata di quello che ho, pur con un euro mi sono sentito felice. Forse anche il percorso monastico che ho fatto porta a non lamentarsi e nella divina provvidenza io ci credo molto

Rossella è scoppiata a piangere: “Io mi commuovo perché io credo molto in Dio…quello che tu hai raccontato mi ha toccato. Se ci pensi noi facciamo un sacco di pensieri su delle cavolate e poi c’è della gente che ha vissuto facendosi un culo tanto e la mattina quando si sveglia sembra la più allegra di tutti e questa è una cosa da ammirare”. 

Rebecca, poi ha voluto rivelare loro, il suo nome di Battesimo: “Giù al Sud si usa mettere i nomi dei propri genitori…..io, mi chiamavo Sabato, in onore di mio nonno Sabatino…e ora Rebecca… perché è una donna dell’Antico Testamento….una donna forte e tenace, di carattere., una lavoratrice” 

Ha poi continuato: “Non voglio nessun intervento estetico….mi piaccio così e basta”.

Verdiana, compagna di squadra del Dottor G è rimasta colpita: “io ho molto dimestichezza con il tuo mondo perché ho molti amici…..mi ha colpito molto la delicatezza e il rispetto con cui hai affrontato l’argomento con la tua famiglia. Alcune volte c’è sfrontatezza e imposizione e questo non mi piace”. 

Rebecca:Non bisogna chiudersi in se stessi……bisogna parlare…la vita è propria e ci è stata data……le chiacchiere stanno a zero. Difendersi si, mai farsi calpestare” .

Simone: “la tua storia deve essere ispiratrice a chi vuole cambiare e a chi vuole giudicare….per far capire che non c’è niente di male”.

Barbara: “la differenza è quando un si accetta….”

Rebecca: “più che altro quando uno raggiunge il vero amore per sé…..Io accetto una caramella, un bacio una carezza e una coccola…quando hai raggiunto l’amore vero e proprio allora si”.

Simone: “tu sei stata onesta, non ti sei vergognata di niente e invece magari ci sono persone che vogliono diventare quello che vogliono diventare portando avanti un personaggio…..tu sei stata onesta e hai buttato la verità sul piatto…..e la verità è un principio base che sta ancora prima di ciò che bene e male….una cosa prima di essere cattiva o buona deve essere vera….prima di tutto verità”.

Una storia la sua che verrà sicuramente ripresa e trattata nel corso delle varie trasmissioni durante la settimana e sicuramente, ne sentiremo parlare durante la prossima puntata con Alessia Marcuzzi. 

Rebecca parla della sua storia [Video]

[adsense]

Classe 1983. Nonostante gli studi prettamente scientifici, Liceo Scientifico prima e Facoltà di Ingegneria dopo, ho continuato a coltivare quelle che sono le mie vere passioni, facendo emergere, tra le altre cose, un lato artistico. Le mie giornate durano in media 19 ore, escludendo le ore di sonno. Appassionato di tv (talent e reality in primis), serie tv e teatro, ho collaborato con diversi blog televisivi: InsideTv, Magazinet e Teleblog, pubblicando il Volume #0 di "UN ANNO CON IL SERIAL CLUB".