Italia’s Got Talent – I Vanity Crew e il Golden Buzzer di Frank Matano [Video]

0
Vanity Crew e il Golden Buzzer di Frank Matano
Vanity Crew e Frank Matano

Vanity Crew e il Golden Buzzer di Frank Matano

I Vanity Crew sono un gruppo affiatato di amici. Si sono presentati ad Italia’s Got Talent durante la seconda puntata, vestiti con le mimetiche da militare perché, come qualcuno di loro ha spiegato, anche nella danza c’è disciplina. Il loro idolo è Luciana Littizzetto e, molti di loro, sperano che non sia proprio lei a mandarli a casa.

[adsense]

La prima particolarità che colpisce i giudici, una volta che la crew è arrivata sul palco, è che sotto la mimetica i ragazzi indossano degli stivali con dei tacchi altissimi.

L’esibizione è impeccabile e il pubblico presente nel teatro si alza tutto in piedi. Anche Frank Matano, che è rimasto colpito dalla loro esibizione, si alza in piedi e applaude dichiarando di voler far parte della loro crew. I ragazzi lo invitano sul palco e Frank, stando al gioco, indossa addirittura gli stivali (numero 44 per chi non lo sapesse!) e prova persino ad accennare a qualche passo di danza.

Nel frattempo però, i tre giudici rimasti dietro il bancone, decidono di dire di no alla crew per costringere Frank, tanto preso dalla loro esibizione, a spingere il pulsante del Golden Buzzer.  Bisio rivolge i complimenti ai ragazzi “bravi……mi avete stupito e incuriosito”. Nina Zilli: “siete stati molto bravi….non so se per questo programma andate bene…..” mentre Frank, completamente preso, li vede come i suoi nuovi idoli: “un giorno saprò twerkare come voi”.

Nel momento della votazione, come da accordi presi, Bisio vota di no, Nina Zilli esitando dice di no e il sospetto inizia a palesarsi in FrankLuciana Littizzetto mentre prova a dire la sua…….viene anticipata dallo stesso Frank che decide di pigiare il Golden Buzzer. I ragazzi della Crew, tra felicità e pianto ringraziano Frank il quale, in camerino, si sfoga poi con Bisio: “Io volevo conservarmelo ma loro ci tenevano troppo……….L’ho capito subito che dietro a tutto ciò c’eri tu  (riferito a Bisio).”