Le Iene Show e le sparatorie della polizia USA. Il servizio di Nadia Toffa [video]

0
Le Iene Show e le sparatorie della polizia USA

Le Iene Show e le sparatorie della polizia USA: Il servizio di Nadia Toffa sulla difficile situazione sulla polizia statunitense

Poco fa è andato in onda, nel corso de Le Iene Show, il servizio di Nadio Toffa sulle sparatorie della polizia statunitense dove, il più delle volte, le vittime sono persone di colore.

“Last year, African Americans were shot by police at more than twice the rate of whites.[…] because of the color of their skin, they are not being treated the same”, queste le parole del Presidente degli Stati Uniti Barack Obama sul grave problema che affligge l’America. Qui, ogni anno, oltre 1.000 persone vengono uccise dalla polizia e i cittadini di colore, secondo le statistiche, hanno il doppio delle probabilità di essere colpiti rispetto ai bianchi.

Quest’estate è scoppiata una vera e propria rivolta dopo che due ragazzi afroamericani sono stati uccisi in Minnesota e Louisiana durante un fermo di polizia. Ma sono molti i cortei di questo tipo dagli esiti drammatici. A Dallas, ad esempio, durante una di queste proteste, un cecchino di 25 anni, ex soldato in Afganistan, ha ucciso cinque poliziotti.

Nadia Toffa si è recata a Los Angeles dove incontra alcuni membri del “Black Lives Matter”, una delle più grandi associazioni che lotta e manifesta per i diritti dei neri. Dopo aver intervistato i famigliari di alcune persone uccise durante i controlli di polizia, la Iena incontra anche un capitano della polizia di Los Angeles che spiega il punto di vista delle forze dell’ordine.

L’inviata affronta, quindi, un altro grosso problema legato a queste scie di violenza e documenta quanto sia facile per chiunque in America procurarsi e possedere un’arma. Negli Stati Uniti, infatti, circolano 270 milioni di armi ad uso personale che si possono comprare negli innumerevoli negozi. 89 americani su 100 ne posseggono una.

Beh, che dire... Amo le Serie tv, il Cinema e il Design... ah, anche mangiare, ma questo è un altro discorso. Scrivevo, scrivo e penso che continuerò comunque a farlo nonostante il tempo tiranno. Sono ovunque, in ogni sezione c'è del mio, come una pianta infestante in pratica. In passato, come molti colleghi presenti su dituttounpop, ho preso parte al progetto editoriale "Un anno con il Serial Club". Membro fondatore della #bandadellapellicola Non siate timidi e per comunicati, eventi, news scrivetemi! l.lemma@dituttounpop.it