Maria De Filippi a la Repubblica parla del trono gay di Uomini e Donne.

0

Intervista di Maria De Filippi su la Repubblica. La regina di Mediaset parla del trono gay a Uomini e Donne: “la tv deve rispecchiare la realtà”. 

Partirà fra pochi giorni la nuova edizione di Uomini e Donne e quest’anno, dopo averlo annunciato prima della pausa estiva, Uomini e Donne si apre al tronista gay.

Dopo avervi presentato i nuovi tronisti (Claudio Sona, Claudio D’Angelo), la padrona di casa Maria De Filippi, attraverso una intervista a la Repubblica, parla proprio della novità introdotta nel programma:

Aprire Uomini e donne al gay non mi sembra una rivoluzione. La televisione non deve rimanere indietro, se parliamo di relazioni umane, della normalità dei sentimenti, non si capisce perché gli omosessuali dovessero essere esclusi dal programma”. 

Uomini e donne nel corso degli anni ha fatto registrare numeri da capogiro nel pomeriggio di Canale 5. La regina di casa sa che il suo programma può mandare messaggi importanti: “non penso che una scelta come questa serva per il mondo gay….Ma può essere d’aiuto per chi a casa ha ancora problemi con parenti e amici, per chi è vittima di bullismo e viene spregiativamente chiamato “frocio”.

La conduttrice poi risponde a chi l’accusa di sfruttare l’omosessualità: “Ho sempre fatto le cose in cui ho creduto, quando la critica ha un senso la seguo, quando non ce l’ha, no. Non sfrutto nessuno, mi aspetto un trono come gli altri e mi auguro che la gente dica che ho fatto bene. Se poi le critiche sono quelle di Giovanardi (sorride) ce le prenderemo….O forse no”. 

Grande Maria.

Classe 1983. Nonostante gli studi prettamente scientifici, Liceo Scientifico prima e Facoltà di Ingegneria dopo, ho continuato a coltivare quelle che sono le mie vere passioni, facendo emergere, tra le altre cose, un lato artistico. Le mie giornate durano in media 19 ore, escludendo le ore di sonno. Appassionato di tv (talent e reality in primis), serie tv e teatro, ho collaborato con diversi blog televisivi: InsideTv, Magazinet e Teleblog, pubblicando il Volume #0 di "UN ANNO CON IL SERIAL CLUB".