Master of Photography: da stasera ogni giovedì su Sky Arte HD

0
master of photography ita

Il report dalla conferenza stampa del nuovo talent di Sky Arte HD Master of Photography, in onda per otto puntate da stasera

La parola chiave di Master of Photography è sicuramente internazionale. Il primo talent televisivo dedicato alla fotografia, infatti, è stato realizzato e sarà distribuito in collaborazione con altri Paesi Europei. Tra ritratti, autoritratti, backstage, nudi e paesaggi, saranno 8 le sfide all’ultimo “scatto” per 12 concorrenti con in giuria tre maestri del mestiere: Rut Blees Luxemburg, Simon Frederick e l’italiano Oliviero Toscani. A condurre una star italiana e internazionale che ha passato la vita davanti all’obiettivo, Isabella Rossellini.

Saranno quindi 8 le puntate in onda dal 21 Luglio 2016 ogni giovedì alle 21.10 su Sky Arte HD (canale 120 di Sky) in contemporanea in 5 Paesi (Italia, Regno Unito, Irlanda, Germania e Austria). Si tratta di una produzione internazionale firmata Sky Arts Production Hub, il polo di produzione europeo per la realizzazione di programmi sull’arte distribuiti in tutti i Paesi in cui opera Sky, per una platea potenziale di 21 milioni di famiglie abbonate.

master of photography i giudici

2 mesi di riprese in tutta Europa: le telecamere di Master Of Photography, il cui studio è stato allestito a Roma, hanno varcato il confine di Inghilterra, Germania, Spagna, Grecia, Francia, Svezia, Romania e Irlanda. Il vincitore fra i 12 concorrenti si aggiudicherà il premio di 150.000 euro e il titolo di primo Master of Photography d’Europa: un riconoscimento così ambito ha portato i giudici ad essere severissimi, nello spirito di MasterChef e delle altre produzioni Sky.

8 puntate per 8 temi e tipologie di foto: in ogni episodio un ospite d’eccezione, scelto tra i migliori fotografi di fama mondiale, metterà il proprio talento al servizio dei concorrenti, dispensando consigli ciascuno secondo la propria specializzazione. Le special guest star sono: Alex Webb, Bruce Gilden, Elina Brotherus, Jason Bell, Lois Greenfield, Franco Fontana, Jonny Briggs, David Lachapelle. Ospite del quarto episodio sarà inoltre la star di Hollywood e di The Hateful Eight Michael Madsen, appassionato di fotografia oltre che di recitazione, al quale i concorrenti avranno l’arduo compito di effettuare un fotoritratto. L’attore, ospite alla conferenza stampa di presentazione a Roma, si è detto molto divertito dall’esperienza, avendo apprezzato alcuni lavori più di altri, ma avendo trovato in ognuno una chiave di lettura diversa di se stesso.

I 12 concorrenti di differenti nazionalità sono: Dragica Carlin (Croazia), Rupert Frere (Gran Bretagna), Neal Gruer (Gran Bretagna), Marta Lallana Garcia (Spagna), Gabriele Micalizzi (Italia), Lanka Perren (Francia), Yan Revazov (Russia), Sebastian Siebel (Germania), Gina Soden (Gran Bretagna), Chiara Stampacchia (Italia), Hongwei Tang (Austria), Laura Zalenga (Germania).

master of photography presenta isabella rossellini

“Le immagini sono più potenti di molte parole” questo è stato uno dei commenti dei giudici (non era presente purtroppo Rut Blees Luxemburg) in conferenza stampa, assieme ad Andrea Scrosati e ai produttori di Sky Arts Hub. Oliviero Toscani, di solito non a favore del mezzo televisivo, ha trovato invece una piacevole esperienza di confronto con gli allievi e con i colleghi, tanto che la rifarebbe, proprio come l’altro giudice Simon Frederick. Quest’ultimo ha dichiarato: “Credo che ci siano tre fattori che determinano il talento di una persona: la passione, la consapevolezza del talento e – il più importante – che gli altri lo riconoscano”. Ha sentenziato invece Toscani: “Oggi la fotografia è la nuova scrittura. Tutti possono fare fotografie, ma pochi sono poeti e autori delle stesse, ci vorrebbero più autori e poeti. Le fotografie sono la testimonianza della memoria storica del nostro tempo, che resta più dei video nella mente delle persone”. Ha concluso Frederick: “Noi fotografi professionisti valiamo quanto la nostra ultima fotografia, perché dobbiamo sempre esprimere qualcosa di inedito”.

Tra le prossime produzioni Sky Hub, dopo il successo del documentario su Caravaggio a Gennaio e di Artists in Love sugli amori fra gli artisti, ci sarà Italian Season un programma dedicato ai sette siti archeologici italiani più suggestivi e interessanti. Altri progetti sulla musica e sull’incontro fra arte e tecnologia sono in fase di sviluppo, nonché una possibile seconda edizione per Master of Photography, ma prima bisognerà vedere se anche il pubblico, come la critica, premierà questo esperimento internazionale. Un progetto sicuramente lodevole e di grande prestigio per le personalità coinvolte, l’impegno e la qualità che abbiamo potuto vedere in conferenza stampa.

MASTER OF PHOTOGRAPHY – SKY ARTS PRODUCTION HUB

Master Of Photography è una realizzazione di Sky Arts Production Hub, il polo di produzione europeo dedicato alla creazione di programmi sull’arte e di contenuti artistici culturali rivolti ai 21 milioni di abbonati in Italia, Germania, Austria, Irlanda e Regno Unito. Sky Arts Production Hub è focalizzato sulla produzione di eventi paneuropei rivolti a tutti i territori in cui opera Sky e che andranno ad aggiungersi a quelli commissionati e prodotti in ciascun paese. Rappresenta uno dei primi grandi progetti sviluppati dalla nuova Sky ed è una prova tangibile dell’opportunità di lanciare nuovi servizi a una platea più vasta di clienti. Grazie all’integrazione, le tre Sky europee hanno messo a fattor comune le proprie forze e le proprie competenze per rafforzare la leadership di Sky nel campo dei contenuti e accelerare l’innovazione in tutti i mercati in cui opera.

MASTER OF PHOTOGRAPHY – SINOSSI DEGLI EPISODI

Ep. 01: ROMA – LA GRANDE BELLEZZA. I concorrenti arrivano a Roma ed incontrano i giudici e la conduttrice. Il lungo viaggio di Master of Photography è appena iniziato. Per la prima sfida verrà richiesto loro di fotografare quello che, secondo loro, rappresenta al meglio la relazione tra l’arte e la città di Roma. Avranno sei ore di tempo e una vasta zona del centro città dove fare fotografie. Una volta finito, tornano in studio dove incontrano Alex Webb, uno dei più famosi street-photographer del mondo, che li supporterà consigliandoli. Ed infine, i concorrenti dovranno modificare, post-produrre e stampare i propri scatti per sottoporli alla giuria.

Ep. 02: BERLINO – NIGHTLIFE. Nel secondo episodio di Master of Photography, i concorrenti devono vedersela con la fotografia notturna. Tre fotografie per raccontare una storia durante una notte a Berlino. Al ritorno nello studio trovano Bruce Gilden come mentore. Il grande maestro li aiuterà a capire come collegare i diversi scatti per creare un racconto coeso.

Ep. 03: IL NUDO. In questo episodio i concorrenti affrontano uno dei temi più importanti della fotografia, il ritratto del corpo umano. Ognuno di loro lavorerà in uno studio proprio con luci e diversi gruppi di modelli ed ognuno avrà la possibilità di mostrare la propria visione personale del corpo umano selezionando i dettagli che vuole catturare. Alla fine dello shooting trovano Elina Brotherus in studio. Lei li consiglierà dando preziosi suggerimenti sul modo di ritrarre il corpo umano.

Ep. 04: RITRATTO D’ATTORE. I concorrenti devono affrontare la sfida di ritrarre una celebrity. Il famoso attore Michael Madsen passerà con loro tutta la giornata in una splendida villa che sarà anche il set dello shooting. Riusciranno i nostri fotografi a dirigerlo tanto bene da riuscire a catturare la sua anima in uno scatto?
Dopo il lavoro, i concorrenti troveranno Jason Bell ad aspettarli in studio. Poiché è uno dei più grandi fotografi di Hollywood, Jason li aiuterà a fare le scelte necessarie per creare un potente ritratto.

Ep. 05: LONDRA – BACKSTAGE. Che atmosfera si respira dietro le quinte dei teatri londinesi? Quali sono le aspettative e le paure degli attori? In questo episodio, i nostri fotografi volano a Londra per scoprirlo. Verrà chiesto loro di catturare l’anima di uno spettacolo in tre fotografie. Ad attenderli in studio ci sarà Lois Greenfield che li aiuterà ad analizzare i propri scatti condividendo con i concorrenti il proprio bagaglio di conoscenze ed esperienze.

Ep. 06: NATURA E PAESAGGIO. Le infinite meraviglie di Madre Natura, la forza del mare, la bellezza dell’alba, i colori degli alberi. I nostri concorrenti volano a Kerry County, in Irlanda, per realizzare degli scatti paesaggistici. Fotografare un paesaggio è come farsi un autoritratto, questa è la lezione che il grande fotografo Franco Fontana è andato predicando nel corso della sua carriera. Al loro ritorno in studio, i concorrenti avranno l’opportunità di ascoltare i consigli del maestro in carne ed ossa.

Ep. 07: CASA DOLCE CASA. In questo episodio esploreremo quanto sia difficile per un fotografo rivolgere l’obiettivo verso di sé nel tentativo di mettere a nudo il proprio io interiore. I nostri concorrenti tornano ognuno a casa propria per scattare tre diverse fotografie – un autoritratto e altre due foto che rappresentino al meglio le proprie famiglie, le proprie radici. Una volta in studio, saranno aiutati e consigliati da Jonny Briggs.

Ep. 08: VIAGGIO IN EUROPA. L’Europa, le sue genti, il suo passato e il suo delicato futuro. Questo è il tema dell’ultimo episodio di Master of Photography. I quattro concorrenti rimasti volano in quattro diverse capitali europee per catturare, attraverso 3 scatti, i volti del nostro continente. Il suo fermento, i suoi cambiamenti. Per questa prova dovranno utilizzare una fotocamera analogica con un numero limitato di rullini in bianco e nero. Chi riuscirà a cogliere l’essenza dell’Europa nelle proprie foto? Ad attenderli in studio, pronto ad esaminare i loro scatti e a dar loro preziosi consigli, ci sarà uno dei più talentuosi artisti di tutti i tempi, David LaChapelle.

MASTER OF PHOTOGRAPHY – PRESENTA ISABELLA ROSSELLINI

La storia della competizione verrà raccontata attraverso una lente ben precisa, ovvero quella della conduttrice. Sarà lei a guidare passo dopo passo questo viaggio nel mondo di Master of Photography, sarà lei a viverlo in prima persona e a restituirlo al pubblico, incarnando una sorta di alter ego dello spettatore. E la lente sarà quella dell’immensa Isabella Rossellini. Nella sua filmografia si possono annoverare: “Enemy”, “Late Bloomers”, “Infamous – Una pessima reputazione”, “Two Lovers”, “La canzone più triste del mondo”, “Left Luggage” – che le è valso una menzione speciale al Festival di Berlino – “My Architect”, “La morte ti fa bella”, “Big Night”, “Roger Dodger”, “Cuore Selvaggio”, “Il sole a mezzanotte”, nonché “Velluto Blu” di David Lynch, per cui ha vinto un Independent Spirit Award come Miglior Attrice Protagonista. Recentemente l’abbiamo ammirata in “Joy” di David O’Russell.
In ambito televisivo, Isabella Rossellini si è guadagnata una nomination ai Golden Globe per “Crime of the Century” e una nomination agli Emmy Awards per “Chicago Hope”. Tra le varie interpretazioni televisive possiamo citare “The Blacklist”, “30 Rock”, “Alias”, “Napoléon”, “Merlino”, “Don Chisciotte”, “L’Odissea”, “The Frightening Frammis” e “The Gift”.
Dal 2009 Isabella Rossellini ha scritto, diretto e recitato in una serie di 40 cortometraggi sul mondo animale per The Sundance Channel chiamata “Green Porno”. Sempre nel 2009 ha ricevuto il The Courage in Acting Award ai Women Film Critics Circle Awards.
Le sue performance sono state viste ovunque nel mondo e registrano oltre 5 milioni di visualizzazioni online.

MASTER OF PHOTOGRAPHY – I GIUDICI

OLIVIERO TOSCANI è conosciuto nel panorama internazionale come la forza creativa alla base dei più famosi e originali brand del mondo, e negli anni ha creato immagini corporate e campagne pubblicitarie per Esprit, Chanel, Fiorucci, Prenatal e tanti altri. Come fotografo di moda ha collaborato per riviste internazionali come Elle, Vogue, GQ, Harper’s Bazaar, Esquire, Stern, Liberation e molte altre. Dal 1982 al 2000, ha creato l’immagine, l’identità, la strategia di comunicazione e la presenza online di United Colors of Benetton, trasformandolo in uno dei marchi più conosciuti al mondo. Nel 1990 ha ideato e diretto Colors, la prima rivista globale al mondo e nel 1993 ha concepito e diretto Fabrica, centro internazionale di ricerca nell’ambito delle arti e della comunicazione moderna. È stato insignito di numerosi premi tra cui quattro Leoni d’Oro al Festival di Cannes, il Gran Premio dell’UNESCO, due Grand Prix d’Affichage e numerosi premi degli Art Directors Club in città come New York, Tokyo, Berlino e Milano.

SIMON FREDERICK è nato a Londra da genitori originari dell’isola caraibica di Grenada. Grazie alla sua formazione da autodidatta, non è condizionato da nessuna delle convenzioni che gli studi accademici, la tradizione e la tecnica a volte impongono. Al centro del suo lavoro c’è la passione per le persone e le culture che lo porta ad esplorare visivamente tutte le sfumature della natura umana. Il suo lavoro di rinomato fotografo gli ha permesso di mettersi alla prova in vari ambiti, dai ritratti delle celebrità alle mostre d’arte, fino a campagne pubblicitarie di portata globale. Il passaggio alla regia è stato naturale. Si è cimentato in promo musicali che sono in realtà dei veri e propri corti, documentari ed ora in spot pubblicitari.
Come regista è stato lodato per la sua abilità nel creare lavori emozionalmente coinvolgenti dallo stile visivo unico. Il 2016 vede Simon Frederick intraprendere nuove sfide, come il suo primo film attualmente in cantiere e lo sviluppo del suo progetto ad oggi più ambizioso: una grande esposizione di ritratti a tema culturale, accompagnata da un documentario e da un libro a collezione, che verrà lanciata nell’autunno del 2016.

RUT BLEES LUXEMBURG è un’artista tedesca impegnata nella rappresentazione della città e del fenomeno urbano attraverso lavori fotografici su larga scala, installazioni d’arte pubbliche o allestimenti operistici. Tra i suoi lavori più famosi troviamo “Piccadilly’s Peccadilloes”, commissionato da Art on the Underground nell’Aeroporto di Heathrow e “Silver Forest”, un lavoro fotografico-monumentale realizzato nel cuore del quartiere Victoria di Londra. Rut Blees Luxemburg ha inoltre creato l’iconica cover dell’album “Original Pirate Material” del rapper The Streets ed è attualmente docente nel programma di Fotografia del Royal College of Art e reader di Estetica Urbana. Rut Blees Luxemburg ha tenuto mostre ovunque nel Regno Unito e in Europa, tra le quali spicca l’esibizione personale “Phantom”, un’esplorazione fotografica dell’effetto dell’architettura moderna a Dakar, in Senegal, tenuta al Tate Liverpool nel 2003. Le sue opere sono esposte in svariate istituzioni pubbliche come la Tate Modern, il V&A e il Centre Pompidou.

MASTER OF PHOTOGRAPHY – GLI OSPITI INTERNAZIONALI

Ep. 01: ALEX WEBB. Nato a San Francisco nel 1952, ha iniziato a interessarsi alla fotografia al liceo. Nel 1976 è entrato nell’agenzia cooperativa “Magnum Photos” una delle più importanti agenzie fotografiche del mondo. Un vero esploratore e globe trotter, attraverso il suo lavoro ha ridefinito l’idea di fotografia di strada, catturando la vera essenza dei posti visitati attraverso colori vibranti.

Ep. 02: BRUCE GILDEN. Nato in America, è uno dei più grandi fotografi di sempre. La sua personale esperienza lo ha portato a focalizzarsi sugli svantaggiati, sugli emarginati, quello che noi chiamiamo il lato nascosto della società. Armato solo del suo flash ci mostra la parte nascosta della Grande Mela, la spontanea bellezza della quotidiana bruttezza

Ep. 03: ELINA BROTHERUS. Dopo aver studiato chimica analitica, la finlandese Elina Brotherus ha iniziato la sua carriera come fotografa ben radicata nella traduzione documentaristica. È riconosciuta globalmente come una delle regine dell’autoritratto dei nostri tempi. Tutti i suoi lavori hanno quell’eleganza dovuta alla delicatezza femminile che è essenziale per comprendere a fondo i misteri del corpo umano.

Ep. 04: JASON BELL. È uno dei fotografi più richiesti dalle star di Hollywood. I suoi lavori sono stati sulle copertine delle più famose riviste mondiali. Nel 2011 diventa membro onorario della Royal Photographic Society diventando così ufficialmente uno dei più grandi fotografi britannici di sempre.

Ep. 05: LOIS GREENFIELD. È una famosa fotografa americana che è riuscita a catturare l’essenza del movimento del corpo umano. Dopo aver frequentato la facoltà di antropologia, è stata affascinata dal mondo della danza classica, specializzandosi nei ritratti dei ballerini non sul palco ma nel suo studio. I suoi scatti sono eterei, definiscono le regole della gravità confondendo la percezione e pretendendo l’assoluta attenzione di chi li guarda

Ep. 06: FRANCO FONTANA. È nato a Modena nel 1933. Il suo amore per i paesaggi è sempre stato presente durante la sua carriera. Un vero rivoluzionario, ha deciso di rompere le regole e di evitare le foto in bianco e nero anche quando il colore era considerato di secondo livello, riuscendo a dare un look completamente nuovo ed evoluto al mondo visto con i suoi occhi.

Ep. 07: JONNY BRIGGS. Nato a Londra nel 1985, il giovane e talentuoso Briggs si è laureato al Royal College of Art. Il suo lavoro – una fusione di fotografia, scultura e pittura – esplora quella che egli stesso definisce “la costruita realtà familiare” attraverso la manipolazione digitale.

Ep. 08: DAVID LACHAPELLE. Cresciuto nella Factory di Andy Warhol, con i suoi scatti ha conquistato le copertine delle più importanti riviste. Ha fotografato molte celebrities internazionali, da Muhammad Alì a Maradona, da Angelina Jolie a Madonna, ed ha creato numerose campagne pubblicitarie, film e video musicali. Oggi, David LaChapelle è uno dei più famosi artisti a livello mondiale.

LEICA, EXCLUSIVE TECHNICAL PROVIDER DI MASTER OF PHOTOGRAPHY

Leica è stata scelta da Sky Arte come Exclusive Technical Provider dell’iniziativa per l’eccellenza delle sue apparecchiature, le uniche in grado di assicurare la qualità richiesta da una produzione internazionale come Master of Photography. L’Azienda tedesca, storicamente sinonimo di Fotografia d’autore, di qualità e standard elevati, è partner ideale del progetto, anche per il suo costante impegno nella promozione di giovani emergenti e dei nuovi linguaggi della fotografia. Ogni concorrente sarà equipaggiato con attrezzatura professionale: fotocamere, obiettivi, flash e accessori. Tra i modelli messi a disposizione, le macchine di segmento medio-alto: Leica S, Leica M, Leica Q e il nuovo sistema fotografico Leica SL, quest’ultimo utilizzato anche per la realizzazione di parte delle riprese in combinazione con ottiche Leica Cine.

Dal 21 Luglio 2016, per 8 giovedì, ecco gli appuntamenti alle 21.10 su Sky Arte HD:

21 luglio Ep. 01: ROMA – LA GRANDE BELLEZZA
28 luglio Ep. 02: BERLINO – NIGHTLIFE
4 agosto Ep. 03: IL NUDO
11 agosto Ep. 04: RITRATTO D’ATTORE
18 agosto Ep. 05: LONDRA – BACKSTAGE
25 agosto Ep. 06: NATURA E PAESAGGIO
1 settembre Ep. 07: CASA DOLCE CASA
8 settembre Ep. 08: VIAGGIO IN EUROPA