Mika contro la scritta omofoba sui manifesti del concerto fiorentino: “Avete ragione. #RompiamoIlSilenzio”

0

Mika contro la scritta omofoba sui manifesti del concerto fiorentino: ….”L’amore fa quel che vuole. #rompiamoilsilenzio“.

Una foto apparsa su Twitter, postata da @Mancicu, e un commento di Sara, in risposta alla foto: “@Mancicu non devono vincere gli ignoranti, hai fatto bene a postare la foto! Il silenzio non è utile! #RompiamoIlSilenzio“, sono bastati per rilanciare, durante la giornata di ieri, 8 agosto 2015, l’hashtag #RompiamoIlSilenzio 

Mika-rompiamoilsilenzio

Mika e la scritta omofoba sui manifesti di Firenze

Il tutto infatti è nato perché su dei manifesti del concerto di Mika, che annunciano la data del concerto fiorentino, prevista per il 30 Settembre al Mandela Forum a Firenze, è stata apposta con della vernice, la scritta che vedete in alto nella foto (scusate se evito di scriverla ma ho vergogna, per quanto offensiva, nel digitarla sulla tastiera).

[adsense]

Il cantante, dopo che i suoi fan hanno iniziato a far circolare l’hashtag, con messaggi dedicati sia a lui che contro l’omofobia, ha deciso di intervenire, scrivendo più post:  “Avete ragione. #RompiamoIlSilenzio……..Avevo visto la foto della scritta sui miei manifesti e il mio istinto era di lasciar stare…..Che l’odio di alcune persone, una cosa che conosco bene, era meglio ignorata. Ma voi avete ragione #rompiamoilsilenzio……..non ho paura di chi mi discrimina . Nessuno deve averne. L’amore fa quel che vuole. #rompiamoilsilenzio“.

L’hashtag, non nato per l’occasione ma, giustamente ricordato e utilizzato, per quanto accaduto, è balzato, tra gli argomenti più discussi della rete e, alle ore 8.00 del giorno 9 Agosto, risulta in seconda posizione tra i trend topic in Italia.

Le prime testate a riportare la notizia, sono state Repubblica e il Corriere della Sera e Barbara Stefanelli, vicedirettrice di quest’ultimo, si è espressa attraverso un tweet, immediatamente ritwittato dallo stesso cantante: BarbaraStefanelli

Classe 1983. Nonostante gli studi prettamente scientifici, Liceo Scientifico prima e Facoltà di Ingegneria dopo, ho continuato a coltivare quelle che sono le mie vere passioni, facendo emergere, tra le altre cose, un lato artistico. Le mie giornate durano in media 19 ore, escludendo le ore di sonno. Appassionato di tv (talent e reality in primis), serie tv e teatro, ho collaborato con diversi blog televisivi: InsideTv, Magazinet e Teleblog, pubblicando il Volume #0 di "UN ANNO CON IL SERIAL CLUB".