Netflix e Amazon rinunciano a Hannibal: la serie è spacciata?

0
hannibal

A quanto parte, la tavola di Hannibal potrebbe non essere ri-apparecchiata così presto, e potremmo davvero essere arrivati alla frutta. E’ quello che emerge dalle parole pubblicate dall’ideatore Bryan Fuller su Twitter:

Sono dispiaciuto di riportare che Amazon e Netflix hanno rinunciato a riportare in vita Hannibal per una quarta stagione, però stiamo ancora indagando alla ricerca di nuove possibilità per lo show.

I fan del telefilm di NBC, cancellato dalla rete del pavone per ascolti troppo bassi due settimane fa, si sono subito mossi con la campagna #SaveHannibal per salvare il proprio show, lodato dalla critica internazionale e difficile per una realtà generalista. La soluzione sembrava poter venire dalla tv online, come accaduto più o meno di recente con altre serie tv, e più precisamente da Amazon, il colosso dell’e-commerce ormai immerso nelle produzioni originali, che aveva già acquisito i diritti delle prime due stagioni e le aveva distribuite agli abbonati Usa attraverso il servizio di Amazon Prime Instant Video.

Deadline riporta che le trattative con Amazon non siano andate a buon fine a causa degli impegni di Fuller con American Gods, la sua nuova serie per Starz adattamento dell’omonimo romanzo di Neil Gaiman, la quale aveva la priorità e avrebbe lasciato libero il poliedrico autore solo tra un anno per poter lavorare alla stagione 4 di Hannibal, ed era un tempo troppo lungo evidentemente per Amazon da aspettare. Inoltre, i contratti degli attori sono scaduti e qualcuno si è già mosso verso nuovi lidi, come Lawrence Fishburne ingaggiato per il remake di Radici.

L’11 luglio Fuller, la produttrice Martha De Laurentiis e i membri del cast Hugh Dancy (Will) e Richard Armitage (Francis) saranno presenti al panel dedicato al telefilm al Comic-Con di San Diego. Che sia l’ultima occasione di vedere riunita la crew di Hannibal?