Netflix in Italia a ottobre: in arrivo serie tv, film e documentari. Sarà rivoluzione?

0
netflix in Italia

In rete l’entusiasmo è già alle stelle. Dopo tanto vociferare Netflix arriverà in Italia da ottobre, in parallelo all’annunciato sbarco anche in Spagna e Portogallo: l’autunno porterà quindi un vento mediterraneo dalle parti di Netflix. L’annuncio è stato dato in anteprima da Wired e il tam tam si è diffuso nel giro di pochissimi minuti in rete scatenando l’entusiasmo dei più. A stretto giro gli account ufficiali di Netflix hanno postato un messaggio in italiano (e anche in portoghese e spagnolo):

[adsense]

Nell’intervista a Wired l’amministratore delegato di Netflix Reed Hastings, ha assicurato che il prezzo dell’abbonamento italiano sarà sui 7,99 € in linea con quanto già proposto negli altri paesi europei. Ma cosa vedremo in concreto su Netflix? a chiarire tutti i dubbi arriva un comunicato della stessa Netflix che chiarisce alcuni punti.

Al momento dello sbarco italiano ad ottobre arriveranno tutte quelle serie già lanciate dal provider negli scorsi mesi ma non ancora arrivate in Italia, quindi arriveranno DaredevilSense8, Bloodline, Grace and Frankie, Unbreakable Kimmy Schmidt e Marco Polo, così come i documentari Virunga, Mission Blue e la docu-serie Chef’s Table, ci saranno inoltre speciali comici già realizzati dal canale. Non sono presenti House of Cards e Orange is The New Black che potrebbero rimanere rispettivamente a Sky e Mediaset (attuali detentrici dei diritti), così come in Spagna sono rimasti ad appannaggio di Canal + (come riporta tvzoom).

Sempre dal comunicato stampa di Netflix arriva un’informazione che farà felici gli appassionati di telefilm italiani:  “Netflix is fully localized, offering Italian subtitles and dubbing“, le serie e i film saranno offerte sia doppiate che con i sottotitoli in italiano. Il paradiso per gli appassionati! Seguendo quanto fatto MARVEL'S DAREDEVILnegli altri paesi, i nuovi prodotti Netflix arriveranno in contemporanea anche in Italia, oltre che negli altri paesi Netflix. E il provider stuzzica il palato dei futuri abbonati preannunciando gli arrivi di Narcos (la serie sul cartello di Pablo Escobar), la comedy Club de Cuervos, che sarà incentrata su una famiglia che deve gestire una squadra di calcio dopo la morte del fondatore, e soprattutto AKA Jessica Jones, la seconda serie targata Marvel dopo Daredevil e che insieme a Iron Fist e Luke Cage comporrà la miniserie The Defenders.

Netflix ha in serbo anche film originali come Beasts of No Nation, Crouching Tiger, Hidden Dragon The Green Legend (il seguito de La tigre e il dragone), Jadotville e The Ridiculous 6. E nel futuro si vocifera possano arrivare le prime produzioni originali italiane targate Netflix, oltre ovviamente alle altre novità e a tutti i film e le serie disponibili nel catalogo Netflix che sarà annunciato per l’Italia.

Come vedere Netflix

Netflix è una piattaforma di video on demand, in Italia abbiamo piattaforme simili come Infinity (Mediaset), Sky Online, Chilli e altre. Pagando l’abbonamento mensile, che non ha vincoli e può essere disdetto in ogni momento, così come il primo mese di prova, si potranno vedere i prodotti Netflix su tablet, smartphone, computer, smart tv, consolle e addirittura Hastings arriva ad ipotizzare la possibilità di fruirne tramite i decoder Sky o Mediaset. Vengono smentite tutte le voci di una esclusiva Telecom. Basterà avere una connessione ad internet, pagare un abbonamento e accedere ai contenuti offerti da Netflix.

Netflix: sarà rivoluzione?

Mediaset, Sky, Telecom e tutti gli altri devono preoccuparsi? Netflix cambierà le abitudini di visione degli italiani? Sicuramente è difficile fare una previsione, soprattutto senza sapere quanto vasta sarà la library disponibile sulla piattaforma. I movimenti dei possibili competitor, dal lancio di una piattaforma per la tv in chiaro di Rai, Mediaset e La7 (sul modello di Tivù Sat), l’arrivo di Dplay (come riporta tvzoom) ovvero di una piattaforma del gruppo Discovery, la presenza di SkyOnline e Infinity dimostra che l’interesse per l’on line è alto. Gli impegni governativi sulla diffusione della banda larga, probabilmente agevolati anche dal lavoro di lobbying di Netflix, sembrano rafforzare questa teoria. L’Italia e gli italiani saranno pronti per questo cambiamento? Sarà vera gloria? Ai posteri (on line) l’ardua sentenza. 

Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a r.cristilli@dituttoupop.it