Netflix trova Iron Fist sarà Finn Jones di Game of Thrones – Ordinato il drama di Jason Bateman

0
Netflix Iron Fist

Netflix Iron Fist sarà Finn Jones di Game of Thrones

Dopo mesi di speculazioni con addirittura voci che lo davano per cancellato, Netflix trova il protagonista per la sua quarta serie tv Marvel – ABC Studios, Iron Fist, che andrà a completare il ciclo con Daredevil (dal 18 marzo la seconda stagione), Jessica Jones (rinnovata) e Luke Cage (in arrivo nel 2016), formando i 4 protagonisti della miniserie The Defenders, che come Iron Fist potrebbe andare in onda nel 2017 su Netflix.

Ad interpretare Iron Fist è stato chiamato Finn Jones attore visto in Game of Thrones. Basato sul fumuetto del 1974, Finn interpreterà Daniel Rand ovvero The Immortal Iron Fist, che combatte i cattivi di New York destreggiandosi con il Kung Fu e la mistica tecnica “Iron Fist” che gli dà super forza, la capacità di guarire, telepatia e grandi riflessi. La versione televisiva vedrà Rand, descritto come un’affascinante e sofisticato solitario, ritornare a New York dopo diversi anni in cui era dato per disperso. Nei fumetti Marvel Iron Fist e Luke Cage hanno uno stretto rapporto e i due spesso collaborano, con l’investigatore privato che chiede aiuto al “collega”. Chissà se Luke Cage sarà presente spesso anche in Iron Fist come già fatto in Jessica Jones (e viceversa).

Netflix ordina il drama Orzak di Jason Bateman

Visto che di originali Netflix non ce ne sono mai abbastanza, il servizio di streaming ha ordinato il drama Orzak diretto, prodotto e interpretato da Jason Bateman che con Netflix collabora dai tempi di Arrested Development. Ozark, prodotta da MRC e Aggregate, è approdata su Netflix, secondo quanto riporta deadline, dopo oltre due mesi di negoziati.

Creata da Bill Dubuque, Orzak vedrà Bateman in un ruolo drammatico. La serie è ambientata nel pericoloso mondo del riciclaggio dei soldi della droga e prende il nome dal Lago Orzak in Missouri dove sarà ambientata. Chris Mundy sarà lo showrunner, ma sia Dubuque che Bateman saranno creativamente coinvolti.

Netflix: il regista di Spotlight dirigerà 13 Reasons Why

Tom McCarthy nominato agli Oscar per Spotlight, sarà il regista e produttore dei primi due episodi della serie 13 Reasons Why prodotta da Selena Gomez (che al momento non dovrebbe recitare nella serie), prodotta da Paramount e Anonymous Content. Basata sul romanzo del 2007 di Jay Asher, adattata da Brian Yorkey (vincitore del Pulitzer e di un Tony Award), la serie racconterà la storia di Clay durante una notte emozionante e sconvolgente in cui riceverà una serie di cassette registrate dalla sua compagna di classe Hannah, di cui era innamorato, che si è recentemente suicidata. Insieme alle cassette, Hannah ha recapitato a Clay le istruzioni per far passare le registrazioni tra gli altri studenti. La ragazza spiegherà così a 12 suoi compagni che ruolo hanno avuto nella sua morte e le 13 ragioni per cui l’ha fatto.

 

Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a r.cristilli@dituttoupop.it