Nuove serie tv: i libri continuano ad essere la principale fonte di ispirazione

0
Nuove Serie TV Libri

Mentre si inizia a definire la stagione televisiva 2015/16, produttori e sceneggiatori di serie tv guardano ancora più avanti e iniziano a ragionare su nuovi progetti da realizzare. Le ultime indiscrezioni che ci arrivano da deadline confermano il trand degli ultimi anni: il saccheggio dei libri non si arresta e anche i nuovi progetti che vi presentiamo oggi sono tratti da libri più o meno conosciuti.

Due nuovi progetti per Amazon

Ormai entrati a pieno diritto nell’agone produttivo, gli Amazon Studios cercano i nuovi Transparent o Bosch e per farlo si rivolgono ai libri. Secondo quanto riporta deadline Amazon starebbe lavorando all’adattamento di un drama basato sulla serie di libri mystery/thriller scandinavi The Boy in the Suitcase, scritti da Lene Kaaberbol e Agnete Friis. Kirsten Sheridan (In America) scriverà la sceneggiatura prodotta dalla City Entertainment.

Nei romanzi un bambino di 3 anni viene ritrovato nudo, ma vivo, in una valigia alla stazione di Copenhagen, salvato da un’infermiera che era stata informata da un suo amico squilibrato che poi scompare. Mettendo a repentaglio la sua stessa famiglia, l’infermiere decide di prendersi cura del bambino, iniziando un percorso pericoloso che vuole a tutti i costi portare a termine da sola. Il carattere impulsivo dell’infermiera Borg, porterà non pochi problemi per lei e per il ragazzo, inseguiti dalla mafia slava.

[adsense]

Più avanzato, avendo ricevuto l’ordine per due sceneggiature, è l’altro thriller Natchez Burning, prodotto da Tobey Maguire e basato sul romanzo di Greg Iles. Scritto da David Hudgins (Parenthood), è prodotto dalla Material di Maguire insieme a Sony e Amazon. Natchez Burning è il primo romanzo di Iles in cinque anni, uscito lo scorso anno e molte case produttrici ne volevano i diritti, anche perchè si tratta del primo volume di una trilogia, con il secondo volume The Bone Tree in arrivo questo mese.

In Natchez Burning, Iles riporta in vita il personaggio di Penn Cage l’avvocato/scrittore apparso per la prima volta in The Quiet Game (Un gioco quieto) del 1999. La storia vede al centro proprio Cage, cresciuto a Natchez nel Missisipi (dove è cresciuto lo stesso Iles), che ha imparato tutto sull’onore e il dovere dal padre, Tom Cage. Ma ora il padre, medico e pilastro della comunità è accusato di aver ucciso Viola Turner, bella infermiera con cui lavorò agli inizi degli anni 60. Penn vuole a tutti i costi salvare il padre che si trincera dietro il segreto professionale e si rifiuta di difendersi. Durante le indagini Penn scaverà nel passato, arrivando al cuore di una cospirazione e un omicidio che coinvolge Double Eagles, perfido mebro del Ku Klux Klan guidato da uno degli uomini più potenti dello stato. Penn, insieme a un amico reporter, riporterà alla luce vecchi segreti di Natchez mettendo in evidenza che nessuno bianco o nero, giovane o vecchio è veramente al sicuro.

Una serie tv da Catwalk

Il produttore Jesse Collins ha acquistato i diritti del libro di Deborah Gregory (autrice di libri per ragazzi) Catwalk, per trasformarlo in una serie tv. In Catwalk, Gregory riporta in vita la sua esperienza come alunna del Fashion Institute of Technology e il suo periodo come modella in europa, raccontando le sue esperienze attraverso quattro amiche Pashmina, Felinez, Angora e Aphro, che studiano alla Fashion International High School di Manhattan. Ogni anno tutti gli studenti suddividono in diverse case di moda e competono per realizzare, produrre e mostrare un’intera collezione. Il vincitore ottiene una borsa di studio, una sfilata professionale e ovviamente la sua carriera spicca il volo. Sono 3 i libri scritti sul tema da Gregory: ‘Catwalk’, ‘Catwalk: Strike A Pose’ e ‘Catwalk: Rip The Runway.’

History racconterà il 67

History Channel sta lavorando all’adattamento di The Boys of’67, scritto da Andrew Wiest, che racconta del primo plotone della compagnia Charlie, la nona Infantry Division, un’unità allestita per combattere in Vietnam. Jeb Stuart, autore di Die Hard e Il Fuggitivo, torna a lavorare con il network per scriverne la sceneggiatura, dopo aver appena terminato The Liberatores, serie limitata in 8 episodi.

Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a r.cristilli@dituttoupop.it