Pechino Express Andrea Pinna e Roberto Bertolini gli #Antipodi: “siamo diversi e quindi molto comici, e questo ci obbligherà a essere più complici”.

0
Pechino Express Andrea Pinna e Roberto Bertolini

Pechino Express Andrea Pinna e Roberto Bertolini formano la coppia degli #Antipodi: Andrea dice di essere apparentemente sfacciato, ma in realtà è super timido e anche un guerriero mentre Roberto è molto ambizioso, curioso e che soffre tantissimo la noia.

La coppia degli #Antipodi sarà formata da Andrea Pinna e Roberto Bertolini. Da una parte un blogger-scrittore, classe 1984, molto seguito sul web e noto per le sue “perle”, ha circa 266.000 fan su Facebook, 210.000 follower su Instagram e oltre 6.000 su Twitter, dall’altra parte invece Roberto, classe 1980, laureato in scienze motorie che lavora come personal trainer da 10 anni.

[ad id=’21307′]

Due tipi all’apparenza molto diversi ma con qualche pensiero comune. Per entrambi infatti il punto debole riguarda la diversa preparazione atletica:

Andrea: Il punto di forza è che siamo diversi e quindi molto comici, e questo ci obbligherà a essere più complici. Però potrebbe anche essere una debolezza, perché siamo molto diversi a livello fisico. Lui sarà sicuramente l’elemento trainante della coppia.

Roberto: Il nostro punto di forza è sicuramente la complicità. La nostra debolezza è forse la diversità di preparazione fisica. Io sicuramente sarò l’elemento trainante, sia a livello fisico sia per spingerlo a mantenere lo spirito competitivo, ma penso che lui mi potrà dare tanto supporto morale.

Andrea e Roberto: il loro carattere.

Sia Andrea che Roberto sono della convinzione che la partecipazione a Pechino Express rafforzi il loro rapporto di amicizia:

Andrea: Sono apparentemente sfacciato, ma in realtà sono super timido e anche un guerriero. Sono molto socievole, ma senza essere invadente o sentirmi autorizzato a parlare con tutti per forza. L’ironia che mi accompagna mi aiuta sempre, la gente si avvicina a me perché sa che con me si ride. Ho un umorismo non particolare ma che mi rispecchia: sono molto autoironico. Prendo anche la stessa confidenza a distruggere gli altri, ma sempre con una battuta. Sono uno che ride per non piangere.

Roberto: Credo di essere una persona abbastanza semplice, dovuto probabilmente al fatto che sono cresciuto in un paese del Trentino. Sono molto ambizioso, nel senso che sono curioso. Soffro tantissimo la noia, non riesco mai a fare le stesse cose o a rimanere in uno stesso posto per molto. Sono una persona che ha bisogno del proprio spazio e della solitudine. Sono molto indipendente, non sento la necessità di avere qualcuno vicino per stare al mondo. E poi sono parecchio lunatico! Anche nel giro di un’ora cambio umore, specialmente nelle situazioni di stress. Allo stesso modo, però, sono autoriflessivo e sensibile. Di conseguenza sono bravo a consigliare gli altri. Differisco molto dal mio aspetto fisico. Praticamente sono un continuo controsenso.

Entrambi hanno qualche fobia. Andrea odia le meduse, i topi, soffre molto il clima, soprattutto il caldo mentre Roberto, soffre di vertigini. Al primo mancheranno tantissimo il caffè e la pizza, mentre Roberto ha confessato che non gli mancherà nulla.

Andrea e Roberto partecipano a Pechino perché….

Entrambi hanno deciso di prendere parte a Pechino Express per motivi diversi.

Andrea: Sarà certamente un’esperienza difficile, ma anche la più bella della mia vita. Voglio che Pechino Express sia uno stacco nella mia vita.

Roberto: Beh, perché no? Poche volte nella vita ti capita di ritrovarti così a contatto con te stesso e queste sono situazioni che, secondo me, non vanno mai rifiutate. Non tanto per metterti in gioco in una situazione particolare, ma perché l’estremo ti porta a restare in contatto con te stesso. E poi credo che Pechino Express sarà anche un’avventura molto divertente! Resto, ma in primis per il viaggio. Poi vado con mia sorella, che posso volere di più?