Pechino Express – Ai confini dell’Asia: Intervista a Costantino della Gherardesca

0

20140904_121514

Ormai è tutto pronto per l’inizio della terza edizione dell’ adventure games (come dichiarato dagli autori ndr.), Pechino Express – Ai confini dell’Asia. Una edizione che se da una parte vede ancora una volta al timone il sempreverde Costantino della Gherardesca, dall’altra mostrerà moltissime novità.  La prima riguarda “un cast asssolutamente folle e soprattutto estremamente contemporaneo”, come è stato dichiarato nel corso della conferenza stampa tenutasi quest’oggi, mentre la seconda riguarda il presentatore nonché capo progetto del programma, che “vestirà” una comicità tutta nuova, il quale “si porta dietro l’ironia usata nell’eperienza da concorrente”.

La corsa verso la vittoria porterà le otto coppie dalla Birmania alla Malesia passando per Singapore, Indonesia ed arrivare infine a Bali. Se siete appassionati del programma non potrete non vedere questa edizione, tanto comica quanto difficile, infatti sarà molto ostica rispetto all’edizione precedente.

Le coppie per questa terza edizione sono le seguenti:

Le #Cougar: Roberta Garzia ed Eva Grimaldi
I #Fratelli: Paolo Maccaro e Clementino
Gli #Eterosessuali: Michael Lewis – מייקל לואיס e Luca Betti
I #Benestanti: Sofia Odescalchi e Uberto Marchesi
Le #Immigrate: Romina Giamminelli e Mariana Rodriguez
I #Coreografi: Alessandra Celentano e Corrado Giordani
Gli #Sposini: La Pina ed Emiliano Pepe
Le #Cattive: Alessandra Angeli (Angelina) e Antonella Ventura

Nel corso di questa presentazione siamo stati in grado di fare due chiacchere con il vero protagonista del programma: Costantino della Gherardesca.

In questa edizione di Pechino Express ci sono coppie etichettate come “#Immigrate” o gli “#eterosessuali” e c’è anche una concorrente transessuale, sembra quasi una cosa provocatoria non credi?

Secondo me con il termine immigrate non c’è una provocazione anzi è una cosa ecumenica; noi siamo un programma a favore della tolleranza, io in particolare, con il nuovo programma radiofonico che vedrete prossimamente, farò partire una campagna contro l’islamofobia, spiegando com’è realmente e le tolleranze che in realtà ha. Gli eterosessuali invece più che una provocazione è una sperimentazione. In genere nei programmi di adesso (talent come Amici o X Factor) si vedono pochi eterosessuali quindi abbiamo voluto fare una cosa di “rottura” e mettere due uomini “certificati” etero, un po’ per fare un esperimento contenutistico un po’ per far piacere alle signore. Per quanto riguarda la trans invece, il suo essere trans passa in secondo luogo perchè lei è una bravissima e famosa truccatrice, si chiama Alessandra Angeli, Angelina per il programma, non famosa e molto simpatica ed è nel programma per via della simpatia e per la “cattiveria”, la sfera sessuale non l’abbiamo mai considerata.

Ti rivedremo come concorrente prima o poi?

Non lo so, a me però farebbe piacere solo che fisicamente non ce la farei più……però mi piacerebbe tanto rifarlo.

Nel corso delle stagioni, sia come concorrente sia come presentatore, c’è stata una coppia preferita? E in questa edizione chi può arrivare seriamente in finale?

Io mi affeziono sempre alle persone più problematiche quindi, Clementino, Angelina, la Grimadi e Pina. Loro hanno più problemi e io cerco di “proteggere” più “insane e con più difficoltà… con gil anni sono diventato più buono.

Secondo te una definizione di pop?

Sicuramente la definizione più giusta è il telefilm Scandal, per me rappresenta il pop perfetto.

In conclusione, dato che siamo tutti amanti di serialità, se Costantino Della Gherardesca dovesse stilare una lista delle cinque serie tv preferite, quale sarebbe?

Le persone cercano di identificarsi nei gusti degli altri, e quindi di citare serie come Breaking Bad o True Detective. Io invece sono un fan delle prime due stagioni di Dinasty, Baretta, che è una serie poliziesca degli anni ’70, Star Trek quello originale degli anni ’70 e Baywatch e House of Cards quello originale inglese.