Prometheus 2: nuovi dettagli, direttamente da Ridley Scott

0
Prometheus 2: nuovi dettagli, direttamente da Ridley Scott

Se siete tra quelli che aspettano di scoprire che fine hanno fatto la Dott.ssa Shaw e l’androide David, mettetevi comodi e date un’occhiata qui sotto.

Durante il tour di promozione di Sopravvissuto – The Martian, il regista Ridley Scott, intervistato da Deadline, si è lasciato andare rivelando alcuni dettagli su Prometheus 2, confermando ufficialmente che sarà il suo prossimo film, oltre al ritorno di Micheal Fassbender nei panni di David.

Si poteva lasciare il primo film lì dov’era finito e andare avanti” ha detto Scott. “Invece no, perché termina con una specifica frase per la storia: ‘Voglio andare da dove sono venuti, non desidero tornare da dove siamo venuti noi’. Ho pensato che il sottotesto di quel film fosse un po’ troppo florido e grandioso, ma pone una giusta domanda: chi ci ha creati?“.

Questo solleva la questione“, continua il regista riguardo Prometheus 2: “la stessa che è stata descritta in 2001: odissea nello spazio… quando le scimmie girano intorno al cerchio d’acqua litigando a vicenda… quella scena ha iniettato una questione più profonda nel nostro cervello, come ha fatto la mela con Newton. Quello è un magnifico salto evolutivo di migliaia di anni; lì inizia il mondo. È un pensiero abbastanza grande, ed è questo quello che voglio esplorare. La protagonista (Noomi Rapace nel primo capitolo) deve andare da quegli Ingegneri e capire cosa stanno pensando. Se sono loro i nostri precursori, e quindi hanno creato la vita in un pianeta biologicamente disfunzionale, chi li ha creati? Dov’è il loro “Dio”?“.

[adsense]

Parlando dei suoi altri progetti, ha chiarito il suo pensiero riguardo la regia di Blade Runner 2, affidata a Dennis Villeneuve: “Ha preso la mia sceneggiatura, da Hampton [Fancher] e Michael Green, e svilupperà quella. Non posso dirigerli tutti, e devo assolutamente fare Prometheus 2“. Riguardo a The Cartel: “E’ praticamente Il Padrino, almeno nel sottotesto sul male che circonda quel tipo di affari. Mi sono sempre interessato al problema perché non si è in grado di arginarlo“.

Prima di andarsene, tornando a Prometheus 2, conclude: “La produzione inizierà a Febbraio. Siamo in fase di preparazione, ora. Poi girerò ad Aussie o qui a Toronto“.