Recensione Conviction: il legal drama con Hayley Atwell è un buon riempitivo

0
Recensione Conviction Ascolti USA lunedì

Recensione Conviction: il procedurale di ABC con Hayley Atwell è molto standard ma fa parte dei buoni riempitivi proposti dalle reti in chiaro americane

Conviction è una nuova serie che ha debuttato lunedì sul canale americano ABC, con un risultato molto scarso, la serie ha infatti registrato un basso 0.9 di rating e poco più di 5 milioni di spettatori, un risultato deludente che assolutamente la serie non merita.

Recensione ConvictionConviction racconta di Hayes Morrison (Atwell), avvocato e figlia dell’ex presidente degli Stati Uniti, che per sfuggire a una condanna per possesso di cocaina accetterà di guidare, dietro consiglio di Wayne Wallis (Cahill) la Conviction Integrity Unit, che si occuperà di indagare su casi che hanno messo in prigione la persona sbagliata. Lei sarà circondata da un team esperto composto da avvocati, ex poliziotti, e ex membri della scientifica. La serie è prodotta Nel cast oltre a Hayley Atwell troviamo: Eddie Cahill, Shawn Ashmore, Merrin Dungey, Emily Kinney e Manny Montana.

Recensione Conviction: i commenti di dituttounpop

Un legal drama per raccogliere l’eredità di Castle su ABC. Era questo l’obiettivo del canale mettendo Conviction il lunedì sera alle 10 pm nello spazio occupato da Castle, ma la serie con Hayley Atwell non è riuscita a conquistare il pubblico americano. Ed è un peccato. Prodotta da Mark Gordon, Conviction è la serie ideale per ABC: protagonista femminile, battute rapide e sagaci, cast corale carico di problemi e sotto-trame personali. Il tutto condito da una formula legal troppo standard, troppo legata ai canoni tradizionali per poter emergere. Conviction è una serie da guardare senza impegno, senza sforzi, rilassante. Probabilmente ABC ha sbagliato nel promuovere e collocare una serie che in altro spazio (al posto di Scandal il giovedì o il mercoledì dopo le comedy), avrebbe potuto avere maggior fortuna. Voto 6,5 Riccardo Cristilli

Conviction è stata sabotata proprio dal network in cui va in onda. E’ appunto un legal drama, anche se i tribunali qui neanche appaiono, leggero, un riempitivo come ce ne sono tanti in giro, ma uno di “quelli buoni” però. Perchè sabotata? Una serie così semplice e standard ha tantissime difficoltà a trovare un suo pubblico, soprattutto nell’era della troppa televisione: Conviction pare non sia stata promossa tantissimo in America, e quello che hanno fatto è stato fatto male, puntando sul pubblico di Criminal Minds (come potete notare dal poster linkato in apertura). Quindi la domanda sorge spontanea: ma i vertici ABC la serie l’hanno vista? Perchè Conviction avrebbe tutte le caratteristiche per il giovedì di ABC, una protagonista forte e intelligente (che ricorda molto il personaggio di Olivia Pope in Scandal) circondata da scandali, ha un ritmo veloce che nonostante la sua normalità intrattiene perfettamente con i dialoghi veloci e con i tanti comprimari che a quanto pare hanno tanto da raccontare individualmente e il pilot fa un ottimo lavoro nel farlo capire. Insomma Conviction, preso per quello che è (non ci aspettavamo mica la serie dell’anno), avrebbe sicuramente meritato un pubblico leggermente più vasto, solo che ABC ha sbagliato tutto. Voto 6 Davide Allegra

Conviction: il vostro voto

Conviction: il trailer