Recensione Galavant: la comedy musicale che prende in giro le fiabe

0

Recensione Galavant – Una comedy particolare che prende in giro le fiabe e colma l’assenza di Once Upon a Time

Torniamo alle review delle novità seriali, e apriamo il 2015 con i nostri commenti a Galavant. La serie racconta del classico eroe da fiaba determinato a recuperare la sua reputazione e il suo “lieto fine”, rovinatogli dal malvagio re Riccardo, che gli ha rapito Madalena, l’amore della sua vita.

Galavant viene dalla mente del creatore di The Neighbors, Dan Fogelman e le canzoni sono scritte dalla leggenda Alan Menken (che ha scritto le canzoni della Sirenetta, Aladin e praticamente tutto quello che ricordate delle fiabe Disney). Nel cast troviamo Joshua Sasse, Mallory Jansen, Karen David, Timothy Omundson, Genevieve Allenbury, Vinnie Jones e Luke Youngblood. La serie avrà anche varie guest star, da Ricky Gervais che interprerà un venditore ambulante a John Stamos che interpreterà un cavaliere medievale chiamato appunto John Stamos. La comedy va in onda ogni domenica su ABC con un doppio episodio e la prima stagione è composta da soli 8 episodi.

Recensione Galavant, le nostre opinioni:

“Sono curioso di vedere Galavant da quando ABC l’ha ordinata e ne ha rilasciato il trailer. E beh, l’attesa è stata ampiamente ripagata: la serie ti coinvolge e la canzone che abbiamo sentito in ogni possibile trailer fatica ad uscire dalla tua testa dopo aver sentito la versione integrale. La comedy non si prende sul serio e possiamo definirla una parodia delle fiabe classiche, qui infatti l’eroe non ha il suo happy ending proprio per volere della sua “amata.” Io ho riso veramente di gusto in varie occasioni e anche durante le canzoni, insomma è proprio quello che ti aspetti da una comedy musicale che non si prende sul serio. Voto: 7.5″ Davide AllegraRecensione galavant

“Una favola comedy/musical. Mentre in molti erano pronti a cantare il requiem delle comedy, iniziano a spuntare nel panorama televisivo delle interessanti novità che fanno scongiurare la fine del genere: Galavant rientra tra queste. Prendete Shrek e le parodie dei cartoni Disney che hanno fatto la fortuna della saga animata, mixatela con un pizzico di atmosfere medievali che ultimamente sembrano andare di moda e otterrete una divertente mezz’ora comedy. Le canzoni, scritte dai mostri sacri di cui sopra, sono impeccabili, perfette sia da un punto di vista musicale (come da tradizione Disney) che del testo. Solo chi ha realizzato colonne sonore indimenticabili può autocitarsi alla perfezione e prendersi in giro. Inoltre Fogelman trasferisce lo sguardo sarcastico sulla società americana, al mondo delle favole, riuscendo a non annoiare mai e a creare nuovi tormentoni musicali. L’aspettavo, non m’ha deluso, amo questo mix di generi e questa ironia, il mio voto non può che essere 9 Riccardo Cristilli

” Ammetto che mi aspettavo un prodotto terribilmente trash e no-sense, invece Galavant, sembra essere la musical-comedy più ricca ed originale della stagione. Sbeffeggiare tutta la grande tradizione cavalleresca  non è ceto un’impresa da poco, eppure la nuova serie della ABC (di cui domenica sono stati trasmessi i primi due episodi), vince su tutti i fronti per recitazione, atmosfere,battute graffianti ed una brillante colonna sonora. Potremmo trovarci di fronti alla novità più elettrizzante della stagione, ma per ora possiamo affermare che Galavant è una serie inusuale ma brillante, comica ma di formazione, un ottimo escamotage per sperimentare qualcosa di nuovo” Voto:8 . Carlo Lanna 

Dire che amo le serie tv è abbastanza scontato visto che sono qui, è una passione che ormai è diventata quotidianità e che si è allargata pian piano, passando da 4-5 serie a circa 80 serie durante l'anno (ma saranno di più). Scrivo per passione, e soprattutto scrivo per dar sfogo alla mia ossessione per gli ascolti e le previsioni di rinnovo delle serie tv, ma questo lo sapete già. Per info: d.allegra@dituttounpop.it