Recensione Notorious: la serie tv tappabuchi di cui non avevamo bisogno

0
Recensione Notorious

Recensione Notorious: la serie che sostituisce Scandal, copia gran parte delle serie di Shonda Rhimes, ma lo fa male… malissimo

Autunno USA 2016 NotoriousNotorious aveva l’arduo compito di sostituire Scandal al giovedì, che sarà in pausa fino a gennaio per la gravidanza di Kerry Washington. Il giovedì di ABC dall’anno scorso ha iniziato il suo declino di ascolti, un declino dovuto maggiormente al cambio delle abitudini di visione degli spettatori, le serie del giovedì infatti sono quelle più viste in differita (dopo 3 o 7 giorni). E già dagli ascolti possiamo dire che la missione di Notorious è fallita, la serie ha infatti registrato un 1.1 di rating e 5.4 milioni di spettatori.

La serie racconta la relazione professionale tra Jake Gregorian, un avvocato e Julia George una produttrice televisiva di un programma d’informazione, e dei loro sforzi per controllare i media, il sistema giudiziario e infine loro stessi. Nel cast troviamo: Daniel Sunjata, Aimee Teegarden, Kate Jennins Grand, J. August Richard, Piper Perabo, Ryan Guzman, Sepideh Moafi e Kevin Zegers.

Recensione Notorious: i nostri commenti

“Quest’anno ABC aveva una grossa gatta da pelare, Scandal sarebbe tornanto in onda solo in midseason, quindi serviva qualcosa che riuscisse a coprire lo slot in autunno. Shonda Rhimes non aveva altre serie pronte già per l’autunno, quindi l’unica serie che un po’ si avvicinava allo stile Shonda era proprio Notorious, una produzione Sony che ABC può facilmente scartare in caso di flop (e è stato un flop.) Peccato che Notorious abbia sì lo stile delle altre serie tv ABC, ma ha raccolto tutti gli elementi delle altre serie e li ha ingigantiti facendo diventare tutto un ammasso di clichè: la conduttrice “biricchina“, l’atmosfera glamour, l’omicidio e gli attori perfetti, bellissimi e in forma… e anche cani, fintissimi. Speravo di ritrovarmi una serie meta-televisiva, un dietro le quinte di un programma d’informazione, ma in realtà è un miscuglio di vari generi, dal pilot sembra anche molto serializzata, cosa che cozza con la nuova linea di ABC (più procedurali d’ora in poi), e una conferma in più che Notorious è stata ordinata solo per coprire un buco in palinsesto. Decisamente sconsigliata anche come residuale, nell’era della “too much tv” (cit.) è inutile perdere tempo…” Voto 4 Davide Allegra.

Non si fa Shonda se non si è Shonda. Notorious è una serie tv che finge di essere creata da Shonda Rhimes, riuscendoci male, molto male. Il tentativo è palese: provare a sostituire Scandal con una serie che ne potesse richiamare le atmosfere sexy e provocatorie, con una nuova figura femminile “che risolve problemi”. Purtroppo però è tutto troppo eccessivo, troppo forzato, una rincorsa al glamour, alla ricerca dell’effetto, della sorpresa, del twist inaspettato. Emblematica è la conduttrice del programma che la protagonista gestisce: una donna in cerca del toy boy con cui andare a letto, regina degli eccessi. Portata all’estremo è anche la svalutazione del maschio, usato come oggetto sessuale e poco più, tipica delle serie ABC al femminile, ma qui molto più esplicita che altrove. Voto 5 Riccardo Cristilli

Notorious: il vostro voto

Notorious: il trailer