Recensione Scream: MTV fa rivivere il mito del film in salsa teen horror

0
scream seconda stagione

Scream, come dice il titolo stesso, è la versione televisiva firmata MTV del cult movie di Wes Craven (qui nelle vesti di produttore) degli anni 90, il telefilm è creato da MTV  e Dimension TV (The Weinstein Company), prodotta da Jill Blotevogel (Harper’s Island) e Jaime Paglia (Arrow), che ne sarà anche showrunner. La serie tv  racconta quello che succede dopo l’omicidio di Nina, bella ragazza popolare della Lakewood High School: Audrey (Bex Taylor-Klaus, Arrow), un’anima artistica e solitaria, inizia a diventare vittima di cyberbullismo e cerca di liberarsi del problema insieme a Noah (John KarnaThe Neighbors), il suo amico nerd e super intelligente, mentre cerca di recuperare la sua amicizia con Emma (Willa FitzgeraldRoyal Pains), sua migliore amica ai tempi delle elementari. Sua madre Maggie (Tracy MiddendorfThe Last Ship), che lavora come coroner per la città, lavora con lo sceriffo Clark per risolvere l’omicidio e cercare di capire se sia collegato con una serie di omicidi che avevano tormentato la cittadina in passato, commessi in passato da Brandon James, una vittima di bullismo. Nel cast di Scream anche Connor Weil (Kickin’ It), Carlson Young (True Blood), Joel Gretsch (Witches of East End), Amelia Rose Blaire (True Blood) e Amadeus Serafini.

I commenti di dituttounpop a Scream:

“Prendi una serie di film come quelli di Scream, mettilo su MTV. Cosa esce fuori? Un teen drama in salsa horror, molto pop, pieno di citazioni e riferimenti sia al film che ad altre serie popolari (da The Walking Dead a Hannibal), molto moderno e tecnologico, compresa la tecnica di inserire il titolo della canzone che viene trasmessa dalla serie. La confezione è quindi quasi impeccabile, ma il contenitore è quello che ti aspetti: un teen drama pieno di bellocci, bianchi e ricchi, villette a schiera, alcool, adolescenti nutriti da carne geneticamente modificata. Superata la lezione di Glee, anche i loser non sono poi così tanto loser. Il punto di forza di Scream è la confezione, i riferimenti metatelevisivi portati avanti soprattuto da Noah (John Karna), il personaggio più interessante della serie. Il resto sono prevedibili frasi criptiche, scene allusive, il tutto per creare tensione. Se, come me, non siete fan dei teen drama e fuggite davanti la scritta The CW, la domanda che vi farete alla fine del pilot è: sono più curioso della parte thriller o più infastidito di quella teen? Trovata la risposta saprete se continuare o meno la serie.” Voto 6 e mezzo. Riccardo Cristilli

“In quella che sembra essere un’estate ricca di mistero per il palinsesto seriale Americano, arriva su Mtv anche l’horror teen drama: Scream. Se non ne avevamo abbastanza con le nostre Pretty Little Liars, adesso possiamo fare il pieno di “trash” perfino grazie a questa nuova Serie Tv, che riprende la saga di uno dei film horror più famosi del mondo. Il prodotto è sicuramente all’avanguardia, ben calibrato e sembra sfruttare i vari canali di comunicazione mediali, che il pubblico di Mtv è solito adoperare. Sicuramente, lo show punta su un pubblico giovane e fresco che vive nel pieno del boom dei social e si capisce già dai primi attimi del pilot, dove il video di una ragazza diventa virale tramite la condivisione internet. Ma questo può essere solo un punto a favore per la serie, quello che invece lascia perplessi è la trama. E’ noto a tutti il meccanismo di “Scream” e i riferimenti alla pellicola non sono di certo nascosti, ma è difficile chiedersi come questa argomentazione possa reggere per più di un episodio, visto che verso la fine l’argomento sembrava già trito e ritrito. Se avete voglia di rilassarvi e di godervi l’estate in puro stile trash, senza dover complicarvi troppo la mente… allora Scream è quello che fa per voi! ” Voto 6. Natasha Nussenblatt

Scream è tutto quello che c’era da aspettarsi da una serie horror teen di MTV e, se la si vede in quest’ottica e per il pubblico giovane, svogliato e social a cui punta, è un prodotto totalmente riuscito. Ci sono tutte le caratteristiche del teen drama mischiate all’horror, i drammi adolescenziali ma anche quelli degli adulti, ci sono i “tipi” e le “tipe”, le feste e i balli scolastici, i riferimenti alla pop culture e quelli alla saga cinematografica da cui è tratta, che ha inventato gli slasher movies, di cui riprende lo schema. Quello che la differenzia nel pilot secondo me sono i riferimenti meta-televisivi, non solo e non tanto al panorama seriale americano, ma a se stessa: si prende in giro per voler essere quello che è, e questo non può non divertire gli amanti del meta-televisivo come me e soprattutto invogliare a vedere assieme a Noah e agli altri come andrà a finire. Certo, mantenere il ritmo e l’auto-presa in giro per 10 episodi senza cadere nel ridicolo è difficile, ma potremmo dargli fiducia, al massimo saremo la prossima vittima sulla lista del killer. Voto 6,5 Federico Vascotto

Da un network come MTV America non mi aspettavo certo un capolavoro della serialità, ma non immaginavo che il pilot dell’attesissimo Scream, mi deludesse in maniera così consistente. Del noto marchio portato al cinema da Kevin Williamson non rimane nulla se non una certa vena sarcastica e la voglia di stupire il pubblico a tutti i costi, per il resto l’adattamento televisivo del franchise horror più amato di sempre, si dimostra una serie senza nè arte nè parte. Gli attori sono belli ma hanno scarse dati recitative, l’incipit è intrigante ma perde il suo appeal e, nel calderone degli eventi, ci sono troppe situazioni lasciate al caso e lo spetto del trash paventa come un diabolico serial Killer. Il tanto millantato guilty pleasure dell’estate è quindi – per ora – una sonora delusione” Voto:5 Carlo Lanna 

 

Get More:
MTV Shows

Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a r.cristilli@dituttoupop.it