Recensione The Shannara Chronicles: dietro la perfezione si nascondono un mare di difetti

0
Recensione The Shannara Chronicles

Con The Shannara Chronicles MTV vuole affascinare il pubblico e ci riesce, ma non è tutto oro quel che luccica

Ha debuttato tre settimane fa su MTV e The Shannara Chronicles può essere considerato un successo, soprattutto online (la serie va in onda ogni venerdì su Sky Atlantic dal 15 gennaio). Tratta dai romanzi di Terry Brooks, The Shannara Chronicles racconta di un trio, formato da Amberle, Eretria (Ivana Baquero) e Wil (Austin Butler), un mezzo elfo e mezzo umano, e delle loro avventure per ripristinare l’albero Eterea e salvare le terre di Shannara da minacce demoniache.  Nel cast della serie troviamo anche: Ivana Baquero, Manu Bennett, Poppy Drayton e John Rhys-Davies. La serie ha debuttato con un risultato discreto, almeno nei live, per MTV con uno 0.5 di rating e 1.03 milioni di spettatori (che nel terzo episodio sono diventati 919.000 con uno 0.4 di rating.)

Recensione The Shannara Chronicles

Premetto che non ho mai letto i libri, quindi mi approccio alla serie grazie alla mia predisposizione per il fantasy, quindi non ho idea dello stile utilizzato da Terry Brooks nei suoi libri e se corrisponde a quello abbastanza teen dato alla serie, ma siamo su MTV non potevamo aspettarci sicuramente qualcosa di più maturo. The Shannara Chronicles ha sicuramente fatto un ottimo lavoro nella rappresentazione della nuova Terra, si resta incantati dalle atmosfere del regno degli elfi, per non parlare della creazione dei demoni a dir poco perfetta, soprattutt per una serie tv. Ed è questo il più grande pregio della serie, insieme ad una storia molto vasta che però per forza di cose un po’ stona con il cast della serie. Parlando del pilot, una cosa negativa che ho notato sin da subito è il fatto che tutto è annunciato, spiegato alla perfezione (sono stati necessari tre episodi per spiegare tutto l’incipit della serie, infatti il viaggio di cui parla la trama qui sopra, non è ancora iniziato) e anche esageratamente plateale, ma fortunatamente sembra aver perso questa caratteristica negli episodi successivi.

Recensione The Shannara ChroniclesParlando del cast invece abbiamo il famosissimo John Rhys-Davies, a cui, per forza di cose, viene naturale interpretare un personaggio in un ambientazione fantasy, ma Re Eventine è un personaggio che ha ormai fatto la sua storia, quindi non sembra fonte di interpretazioni spettacolari. Wil, è interpretato Austin Butler, che forse doveva ancora continuare la sua carriera in Nickelodeon, visto che il ruolo dell’eroe che dovrebbe salvare il regno dai demoni, non gli si addice per niente. Insomma diventerei ripetitivo visto che lo stesso giudizio vale per gran parte del cast di giovani. Infine tocca a Allanon, interpretato da Manu Bennett, un attore sempre uguale, che attualmente ho visto in tre serie (Spartacus, Arrow e appunto Shannara) e non ha mai dato nulla di diverso ai suoi personaggi, potrei benissimo confondere Allanon con Slade Wilson di Arrow o Crisso di Spartacus, se non fosse per la magia.

Recensione Shadowhunter ABC Family cambia il nome ma non lo stile

Insomma The Shannara Chronicles, almeno per chi non ha letto il libro, va visto solo se si è appassionati a questo genere e solo se si riesce a perdonare/sopportare qualche difetto che è conseguenza dello stile del canale in cui va in onda, va comunque apprezzato lo sforzo produttivo immane che ha dato vita ad un mondo che almeno affascina e incanta (soprattutto in HD) e fa dimenticare tutto il resto, il tutto poi supportato ovviamente da una storia che ha una base, i libri, che a quanto pare sono una garanzia. Voto 6 Davide Allegra

Dire che amo le serie tv è abbastanza scontato visto che sono qui, è una passione che ormai è diventata quotidianità e che si è allargata pian piano, passando da 4-5 serie a circa 80 serie durante l'anno (ma saranno di più). Scrivo per passione, e soprattutto scrivo per dar sfogo alla mia ossessione per gli ascolti e le previsioni di rinnovo delle serie tv, ma questo lo sapete già. Per info: d.allegra@dituttounpop.it