Roma Fiction Fest 2014, presentata Fargo in attesa dell’arrivo su Sky Atlantic HD

0

L’ottava edizione del Roma Fiction Fest ha deciso di dedicare ampio spazio alla presentazione di nuove serie. Possibilmente originali e di alto livello e quasi tutte in arrivo prossimamente anche in Italia. Rientra in entrambe le caratteristiche la miniserie Fargo presentata domenica sera in compagnia di Allison Tolman, una delle protagoniste.

Roma Fiction Fest 2014-Cerimonia di aperturaVincitrice di tre premi Emmy, tra cui la miglior regia, la serie arriverà in prima visione e in esclusiva a dicembre su Sky Atlantic HD, intanto il pubblico del Roma Fiction Fest ha potuto godere delle spendide interpretazioni di Billy Bob Thorton, Martin Freeman e Allison Tolman, solo per citare tre elementi del ricco e ottimo cast che compone la serie. Fargo è ispirata all’omonimo film dei fratelli Coen (qui produttori esecutivi) ed è composta da 10 episodi.

Ambientata in Minnesota dove vive Lester Nygaard (Martin Freeman), un represso impiegato di un’agenzia assicurativa, vessato dalla moglie e dal fratello minore, che cercano in ogni modo di spronarlo e di farlo uscire dalla sua spirale di fallimenti, che incontra il misterioso Lorne alvo (Billie Bob Thornton), spietato e freddo killer professionista. L’incontro tra i due porterà una spirale di delitti nella placida Bemidji immersa nella neve, su cui indagherà l’agente Molly Solverson (Allison Tolman).

Guarda i primi 7 minuti di Fargo
[adsense]

FARGO - Pictured: Billy Bob Thornton as Lorne Malvo. CR: Chris Large/FXAccolta in maniera unanime dalla critica, lo scorso luglio la serie è stata rinnovata per una seconda stagione, in cui verranno esplorate storie differenti rispetto alla prima, ma legate alla pellicola dei fratelli Coen, che fruttò il premio come miglior attrice protagonista a Frances Mc Dormand, che interpretava lo stesso personaggio di Allison Tolman, nominata agli Emmy come miglior attrice di una miniserie. La miniserie, pur riprendendo alcuni personaggi e il tono complessivo del film del 1996, si discosta dall’omonimo film a livello narrativo, inserendo nuovi personaggi e nuove storie, grazie all’ottima sceneggiatura di Noah Hawley.

Il pilot visto al Roma Fiction Fest, è stato diretto da Adam Bernestein, premiato proprio per la sua regia nel corso degli ultimi Emmy. Fin dalle prime scene entriamo subito nel mondo ghiacciato della miniserie, tra cumuli di neve e black humor, che riesce a strappare una risata anche nei momenti più tragici. Quel continuo senso di spaseamento e incredulità che imperversa tra i personaggi, viene trasmesso allo spettatore, che, se non adeguatamente preparato, rischia di perdersi nella commistione di generi e nell’intreccio delle storie presentate.

Fargo non è una miniserie per il grande pubblico. E’ un prodotto raffinato ed elegante, in grado di soddisfare il palato del pubblico più esigente. Oltre ad essere tratto da un film, esemplifica al meglio il tentativo dell’edizione del Fiction Fest di mostrare la contaminazione tra film e fiction e come sempre più spesso la separazione tra i generi sia superata.

Scopri il programma del Roma Fiction Fest
[adsense]

Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a r.cristilli@dituttoupop.it