Recensione Unbreakable Kimmy Schmidt: l’imperdibile comedy di Tina Fey per Netflix

0
unbreakable kimmy schmidt

Il 6 Marzo Netflix ha rilasciato i tredici episodi che compongono la prima stagione di Unbreakable Kimmy Schmidt. La serie, creata da Tina Fey e Robert Carlock e vede come protagonista Ellie Kemper che interpreta Kimmy, una ragazza di 29 anni che costretta dal reverendo di una setta, a 15 anni di reclusione insieme ad altre tre donne in un bunker, deve abituarsi nuovamente alla vita, alle nuove mode e stili, nella città di New York. La serie doveva andare in onda su NBC che però ha deciso di venderla a Netflix che nello stesso tempo ha ordinato una seconda stagione di 13 episodi. Nel cast troviamo anche: Tituss Burgess, Carol Kane, Jane Krakowski, Sara Chase e Lauren Adams.

Unbreakable Kimmy Schmidt i nostri commenti:

“Che dire di questa comedy, NBC ha fatto un grosso errore, secondo me, lasciandosi scappare questa comedy che già dalla trama ha una sua particolarità. Il fatto che Kimmy ha trascorso gran parte della sua vita relegata in un bunker, si presta moltissimo a battute molto simpatiche sulla sua ingenuità, sul non conoscere le mode attuali, gli slang della lingua, la tecnologia. Il punto forte della serie è infatti la protagonista, un esplosione di ingenuità interpretata molto bene dalla Kemper. Io non seguo tante comedy ma questa mi ha colpito moltissimo, e più si va avanti negli episodi, più si nota l’assurdità di questo mondo creato all’interno della serie, cosa che si riassume nel personaggio di Jacqueline Voorhees, interpretata da un’ironica Jane Krakowski. Insomma Netflix ha modernizzato le comedy, e forse è quello che serviva per risollevare un genere ormai saturo.” Voto: 8 Davide Allegra

“Fresca, genuina, divertente, sarcastica, reale e surreale, Unbreakable Kimmy Schmidt è tutto questo e molto altro ancora. La dimostrazione che si può ancora far ridere e soprattutto che si possono inventare nuovi modi per far ridere. Una comedy che ride sulle e delle disgrazie umane, a partire dalla protagonista rinchiusa sotto terra da una setta apocalittica e ora alle prese con il mondo moderno, passando per il suo coinquilino Titus fiero e spiantato, fino alla meravigliosa Jane Krakowski ex hostess moglie e madre, che riassume in un solo corpo tutti i limiti, i vizi, i difetti della borghesia newyorkese. Nel percorso della sua rinascita Kimmy deve affrontare mille difficoltà, mille imprevisti, scoprendo ogni giorno ciò che noi diamo per scontato, mettendone in luce in questo modo tutta la loro inutilità. La sigla (che potete vedere e rivedere qui sotto) creata sul “songify this” la moda di smontare e rimontare pezzi di discorsi e trasformarli in canzone, è già diventata un piccolo cult. Voto: 8,5 Riccardo Cristilli

Dire che amo le serie tv è abbastanza scontato visto che sono qui, è una passione che ormai è diventata quotidianità e che si è allargata pian piano, passando da 4-5 serie a circa 80 serie durante l'anno (ma saranno di più). Scrivo per passione, e soprattutto scrivo per dar sfogo alla mia ossessione per gli ascolti e le previsioni di rinnovo delle serie tv, ma questo lo sapete già. Per info: d.allegra@dituttounpop.it