Shoot Me Orlando: un bacio contro l’odio

0

Un progetto di Guerrilla Art che vuole rendere omaggio alle vittime della strage di Orlando e dar fastidio alla cultura omofoba e repressiva che ha armato la mano dell’attentatore.

Tra il sedici e il diciotto giugno l’artista Gianluca Vassallo ha fotografato tra Roma, Milano e Firenze 24 coppie omosessuali che si baciavano e una donna sola. Quei quarantanove soggetti sono diventati i protagonisti anonimi del progetto di Guerrilla Art. “Shoot Me Orlando”.

Quarantanove persone come le quarantanove vittime della strage omofoba di Orlando. I venticinque scatti sono stati stampati e attaccati in luoghi di passaggio e di forte visibilità la notte tra il 18 e il 19 giugno, a una settimana dal tragico evento.

La storia del cinema, della letteratura, è piena di baci appassionati che sanciscono amori destinati a non finire mai. Eppure quel bacio tra due uomini, visto a Miami dall’autore della strage, pare sia stato la goccia che ha fatto traboccare un vaso pieno di repressione, intolleranza, odio. Quello stesso bacio che ancora crea imbarazzo, disgusto, che scatena domande nelle menti di chi non vuole vivere in un mondo migliore e libero, che è ancora un soggetto politico, è un atto rivoluzionario. Scuote le coscienze.

Il progetto è collettivo, impersonale e anonimo,  pronto ad essere riproposto da qualcun altro. L’attenzione di chi guarda i ritratti deve essere tutta sul gesto, ecco perché i soggetti sono anonimi e i contorni indefiniti.

Non c’è cosa più pop della vita, quindi non potevamo non sostenere un progetto che vuole combattere la cultura della morte!

Salva

Secondogenito e gemelli: questo la dice lunga sul mio carattere. “Ottantologo”, Pop addicted,nel corso degli anni ho collaborato con diverse testate, tra cui L@bel, Progress e Aut. La moda è la mia passione più grande perché è cultura, è visione sociologica della vita e del mondo. La Rete è la mia seconda casa. Sono dieci anni che il mio avatar è Psikiatria80, nome del mio primo blog, ma anche di tutti i miei profili sui tanti social network.