The Voice 2016 – Dolcenera, Emis Killa, Max Pezzali e Raffaella Carrà in giuria.

0
The Voice of Italy 2016

The Voice 2016: si parte il 2 Marzo su Rai 2.

I nuovi giudici,Dolcenera, Emis Killa, Max Pezzali e Raffaella Carrà non convincono. 

Arriva oggi la comunicazione ufficiale da parte di Rai 2: Tre new entry e un grande ritorno. E’ la sorprendente  quarta edizione di “THE VOICE of Italy”, in onda da mercoledì 2 marzo, in prima serata, su Rai 2. Raffaella Carrà, Dolcenera, Emis Killa e Max Pezzali sono i coach che guideranno le squadre della nuova edizione della trasmissione. Novità anche nell’impianto della trasmissione, strutturata sempre su quattordici appuntamenti in prima serata con la grande musica italiana ed internazionale, con cover di brani leggendari e hit del momento suonate live, si susseguiranno in un percorso che si svilupperà in quattro fasi. Si partirà con la formazione dei diversi team nelle sei Blind Audition (una in più rispetto all’edizione precedente). Si passerà poi alla “scrematura” con le due Battle, i duelli tra i componenti della stessa squadra. Confermata in questa fase l’opzione Steal: il cantante eliminato da un coach potrà essere recuperato da un altro e inserito nella sua squadra. Seguirà la fase dei due Knock Out ed infine si entrerà nella parte finale dello show con i quattro Live, che decreteranno il vincitore della quarta edizione”

Una giuria che ha già perso sulla carta e ancor prima di iniziare. Il format, come accade nelle edizioni all’estero, punta tutto sui giurati. Se nell’edizione americana abbiamo seduti sulle poltrone artisti come Adam Levine, Blake Shelton, Pharrell, nell’edizione inglese, nomi come Will I Am e Boy George e nella versione francese artisti come Mika, amatissimo dal pubblico francese, un motivo ci sarà.

The Voice, più che sulle qualità dei talenti in gara, punta tutto sulle dinamiche e discussioni tra i giudici, mettendo al centro la spettacolarizzazione delle scelte e le “motivazioni” date dagli stessi giudici. Visto che tutto ciò, in Italia non è mai avvenuto, il programma è riuscito a perdere terreno e fiducia da parte del pubblico televisivo. Inoltre tra i talenti che hanno partecipato nel corso degli anni, nessuno è riuscito ad emergere a livello musicale nel mercato discografico italiano e, anche ciò  ha influito moltissimo dato che molte promesse sono state fatte e non mantenute, sia da parte dei giudici che da parte della produzione (secondo i vecchi giudici!)

Servivano quindi, anche nella versione italiana, nomi importanti del panorama musicale e discografico italiano, nomi che avrebbero dovuto, in qualche modo restituire credibilità ed interessa ad un programma che, nonostante vada in chiaro e su un canale generalista, sui social soffre nettamente la concorrenza di X Factor (pay tv) e di Amici di Maria De Filippi.