The Young Pope: recensione dei primi due episodi della serie tv di Sky Atlantic

0
The Young Pope recensione

The Young Pope: recensione dei primi due episodi della serie tv di Paolo Sorrentino in 10 puntate in onda dal 21 Ottobre su Sky Atlantic

Se al cinema il Papa di Nanni Moretti in Habemus Papam aveva paura della responsabilità del compito affidatogli dalla Chiesa e non sapeva come trarsi d’impiccio, quello televisivo di Paolo Sorrentino in The Young Pope è un “papa giovane”, come recita il titolo, ma tutto fuorché sprovveduto, anzi saldamente legato al potere che il suo nuovo ruolo gli conferisce.

Dimenticate il “papa buono” di Ricky Tognazzi e il “papa della gente” di Daniele Luchetti: fin dalla sequenza di apertura si capisce quanto la nuova miniserie tv di Sky Atlantic presentata in conferenza stampa a #Venezia73 con i primi due episodi in anteprima, sia un telefilm dalle caratteristiche molto americane, nel senso migliore del termine.

The Young Pope: la presentazione dalla conferenza stampa a #Venezia73

Il fittizio Pio XIII è un Papa rivoluzionario, che vuole scardinare le leggi e le regole secolari del Vaticano poiché ha il potere di farne di nuove. Ma è anche un pontefice conservatore, proprio per questo suo attaccamento alla supremazia. E’ tremendo, schietto, le sue risposte sono risolutorie e non lasciano spazio a repliche. Il suo atteggiamento è tanto di superiorità verso i suoi sottoposti quanto a tratti di sudditanza nei confronti di chi ritiene importante ma pur sempre un nemico; come colei che l’ha cresciuto in orfanotrofio, Suor Mary (Diane Keaton) o il mentore che Lenny ha scavalcato nella corsa al papato (James Cromwell).

The Young Pope è una serie tv che sorprende, poiché si ritrova lo stile registico lento e onirico del regista Premio Oscar per La Grande Bellezza, che racconta gli ambienti e i dettagli per tratteggiare i personaggi che li abitano; ma allo stesso tempo possiede un ritmo veloce, in cui c’è molta azione e i personaggi si scambiano molti dialoghi. Un episodio pilota che dice già tutto quello che c’è da sapere: un pregio che dimostra una sua compiutezza formale fin dal principio, lasciando allo stesso tempo la voglia spasmodica allo spettatore di proseguire la visione con le puntate successive.

The Young Pope è un telefilm coraggioso, nello sviscerare i giochi di potere all’interno del Vaticano e della Chiesa, nel mostrare scene e far dire frasi ai personaggi che solitamente non vedremmo e non udiremmo sulla tv italiana “canonica”. L’occhio e la penna nostrani ma internazionali di Sorrentino – e di Rulli, Grisoni e Contarello con lui nella writing room – ci fanno credere facilmente di essere di fronte a un serial HBO ideato da un autore statunitense.

Straordinari i personaggi, tratteggiati fin da subito da una frase, un dettaglio, un comportamento, prima di immergersi in conversazioni, soprattutto scontri: d’altronde è questa la forza maggiore di una narrazione, accendere il conflitto fra due personaggi forti e vedere che succede. Giganteggiano da subito – entrate in scena comprese – il Cardinal Voiello di Silvio Orlando e il Lenny Belardo di Jude Law, ma non sono i soli in questo “gioco del trono papale” (che ricorda un altro celebre “game of throne” televisivo). Un incipit che si rivela addirittura divertente pur nella sua tensione drammatica: riesce a mostrare i meccanismi di potere e allo stesso tempo gag intelligenti che ridono di esso.

The Young Pope supera le aspettative della prima avventura televisiva di Sorrentino poiché egli reinventa il proprio stile, dimostra di saperlo adattare a un mezzo diverso e confeziona un prodotto che, se manterrà questo tono e questo livello anche per gli altri 8 episodi previsti, potrebbe diventare il nuovo serial italiano di cui essere fieri dopo Gomorra. Tanto che già si parla di possibile seconda stagione.

Nota a margine: a Venezia sono stati proiettati i due episodi senza lo stacco di titoli di coda e apertura fra uno e l’altro: un’operazione non condivisibile perché essendo un serial americano anche nell’imprinting visivo dei titoli di testa sul ruolo dell’ideatore dello stesso, sono pensati per essere visti anche separatamente

The Young Pope andrà in onda su Sky Atlantic HD in 10 episodi dal 21 Ottobre 2016, a seguire trovate un trailer rilasciato da Sky, qui invece delle scene inedite.