Tù Sì Que Vales – Maximilian Sontacchi e la sua corsa moto: una storia da raccontare. [Video]

0
Maximilian Sontacchi a Tù Sì Que Vales

Maximilian Sontacchi racconta la sua storia a Tù Sì Que Vales presentando il suo progetto: una scuola per tutte le persone disabili.

“Ho 27 anni…. dieci anni fa è arrivata una macchina contromano, mi ha colpito…. è scappata e questo è il risultato: Mi ha cambiato la vita, ma come la classica seconda possibilità che solo nei film danno Ora dico una parola molto forte e non vorrei che fosse fraintesa: è stata la più bella seconda possibilità della mia vita perché prima dell’incidente ho avuto una adolescenza turbolenta, come molti adolescenti…. in famiglia c’erano problemi, gli amici erano turbolenti come me…. l’incidente ha risolto tutto….ha risolto i problemi in famiglia, ha messo gli amici sulla retta via e mi ha fatto capire cosa realmente è la vita.  Quando sono uscito dal coma ho visto che le persone che mi hanno dato la forza che io non sapevo di avere se io stavo male loro stavano male e negli anni ho cercato di far star bene chi avevo vicino. Io vivo un secondo come un’ora…..vivo al 300% qualsiasi sentimento rispetto a prima. Dopo l’incidente ho sempre cercato di avere quello stimolo che la moto mi dava…..ho creato la prima scuola per disabili di drifting che è una disciplina automobilistica ma le macchine sono costose…..l’anno scorso ho avuto un crollo e quest’anno mi son detto perché non mi prendo la patente per la moto?  Sono il primo paraplegico in moto in Italia….. e sono qui per dare la possibilità a qualsiasi ragazzo paraplegico di poter tornare in moto. Tre mesi fa ho creato la prima scuola per paraplegici”. 

Con queste parole Maximilian Sontacchi si è presentato sul palco di Tù Sì Que Vales mostrando, oltre al suo talento, il suo progetto: aprire una scuola di drifting, per tutte le persone disabili che hanno voglia di tornare in pista. L’unica a parlare dei giudici, è la De Filippi“sapere la tua storia e sentirla raccontare con calma ed emozione ti fa sentire piccola e anche cretina difronte a cose di questo genere….ci vuole coraggio e una grande volontà. Spero che, al di là del mio vale, la tua esibizione possa essere vista da tanti e spero che tutti ti aiutino per fare di questa scuola una realtà vera”.

Maximilian Sontacchi a Tù Sì Que Vales 

[ad id=’26035′]