Weekend al Cinema: tutti i film in uscita nel fine settimana

0
Weekend al Cinema: tutti i film in uscita nel fine settimana

Parte oggi la nuova rubrica Weekend al Cinema: ogni giovedì vi forniremo un articolo dettagliato con tutti i film in uscita nel fine settimana, così che possiate essere sempre aggiornati sulla programmazione.

1) Dio esiste e vive a Bruxelles
Dio esiste e vive a BruxellesRegia: Jaco Van Dormael. Cast: Pili Groyne, Benoît Poelvoorde, Catherine Deneuve, François Damiens, Yolande Moreau. Genere: Commedia. Durata: 113 minuti circa.
Trama: Dio esiste e vive a Bruxelles insieme a una moglie timorosa e a una figlie problematica. Suo figlio, più celebre di lui, se ne è andato molti anni prima per approfondire la conoscenza degli esseri umani, morire per loro e lasciare la propria testimonianza ai suoi dodici apostoli. Burbero ed egoista, Dio regna sulla Terra governandola da un personal computer, ma è ostacolato dalla figlia Ea, intenzionata a seguire il fratello: la bambina si confronta con JC (Jesus Christ) e fugge il regno di suo padre dall’oblò della lavatrice. Espulsa dentro a una lavanderia automatica, si ambienta velocemente nel mondo, recluta sei apostoli e si prepara a contrastare l’ira di Dio, a cui ha manomesso il computer dopo averne denunciato il sadismo, inviando agli un sms con la data della loro morte.

2) Uno per tutti
Uno per tuttiRegia: Mimmo Calopresti. Cast: Fabrizio Ferracane, Giorgio Panariello, Thomas Trabacchi, Isabella Ferrari, Lorenzo Baroni. Genere: Drammatico. Durata: 85 minuti circa.
Trama: a Trieste, Gil, Vinz e Saro sono amici di vecchia data, ma come spesso succede, la vita li ha portati su sentieri diversi: uno è un costruttore che ha fatto i soldi ottenendo appalti illegalmente, uno è un poliziotto divorziato e stanco, il terzo invece fa il medico in Calabria. Di ritorno a Trieste, Saro corre in aiuto di Gil e sua moglie Eloisa, di cui Saro è innamorato fin dall’infanzia: Teo, il figlio appena maggiorenne dei due, ha accoltellato un coetaneo e rischia la galera.

3) The Visit
The VisitRegia: M. Night Shyamalan. Cast: Olivia DeJonge, Ed Oxenbould, Deanna Dunagan, Peter McRobbie, Kathryn Hahn. Genere: Horror. Durata: 94 minuti circa. Vietato ai minori di 14 anni.
Trama: Rebecca, adolescente quindicenne, raccoglie le confidenze della madre in video, la quale racconta come a 19 anni si fosse innamorata, andando contro il volere dei genitori, di un insegnante. Qualcosa di grave causò la rottura con i suoi, ma ora, dopo 15 anni, sono riusciti a rintracciarla chiedendo di conoscere i nipoti, Rebecca e il fratello tredicenne Tyler. Con il consenso dei ragazzi, la madre, divorziata e con un nuovo compagno, ne approfitta per fare una breve crociera con lui, lasciando i figli dai nonni. Giunti a Masonville, Pennsylvania, Rebecca e il fratello raggiungono la grande casa dei nonni, tra i boschi e la neve, dove la ragazza, elettrizzata, comincia a girare un documentario amatoriale della sua visita, sperando di conoscere il motivo della rottura dei rapporti con la madre. Inizialmente a loro agio, scoprono ben presto che dietro la calorosa accoglienza si celano comportamenti strani e ambigui, trovandosi infine alle prese con una situazione misteriosa e pericolosa.

 4) Il sapore del successo
Il Sapore del SuccessoRegia: John Wells. Cast: Bradley Cooper, Sienna Miller, Daniel Brühl, Riccardo Scamarcio, Omar Sy. Genere: Commedia. Durata: 107 minuti circa.
Trama: Adam Jones era uno chef che aveva tutto. Prima di perderlo. Mago dei fornelli con due stelle Michelin ma dalle pessime abitudini, il genio della ristorazione parigina era conosciuto per l’estrema improvvisazione e la continua ricerca del brivido nella creazione di sempre più originali esplosioni di gusto. Intenzionato ad aprire un proprio ristorante per guadagnare la tanto agognata terza stella Michelin avrà bisogno di tutto l’aiuto possibile, compreso quello della bella ed inafferrabile Helen.

5) A Bigger Splash
A Bigger SplashRegia: Luca Guadagnino. Cast: Ralph Fiennes, Dakota Johnson, Matthias Schoenaerts, Tilda Swinton, Aurore Clément. Genere: Thriller. Durata: 120 minuti circa.
Trama: Marianne, rockstar in convalescenza da un intervento alle corde vocali, e il suo compagno Paul, sopravvissuto al suicidio, trascorrono le loro giornate a bordo piscina o lungo le cale di Pantelleria. Rilassandosi in questo paradiso, Marianne e Paul un giorno ricevono la visita di Harry, ex fidanzato eccentrico e alquanto logorroico di Marianne, accompagnato da Penelope, figlia ventenne ricomparsa dal passato. La riabilitazione della coppia viene così interrotta dall’uomo, intenzionato a riconquistare Marianne. Nel frattempo Penelope è sempre più attratta da Paul e dalle sue cicatrici, che raccontano il suo disagio. A riscaldare ulteriormente la scomoda situazione, lo scirocco si alza sulle emozioni e i desideri del quartetto.

6) Natale all’improvviso
Natale all'improvvisoRegia: Jessie Nelson. Cast: Diane Keaton, John Goodman, Olivia Wilde, Amanda Seyfried, Marisa Tomei. Genere: Commedia. Durata: 89 minuti circa.
Trama: Charlotte e Sam Cooper sono intenzionati a separarsi ma non vogliono che i familiari lo sappiano per non turbare la festa della vigilia di Natale. La coppia ha due figli: Eleanor che, avendo appena rotto con il proprio compagno, non vuole che i genitori lo vengano a sapere, e Hank, padre single con tre figli che, oltre alla moglie, ha perso anche il lavoro. C’è anche Emma, sorella da sempre in competizione con Charlotte, nei guai con la polizia, e il loro anziano padre Bucky, innamoratosi di una giovane cameriera.

7) La felicità è un sistema complesso
La felicità è un sistema complessoRegia: Gianni Zanasi. Cast: Valerio Mastandrea, Hadas Yaron, Giuseppe Battiston, Filippo De Carli, Camilla Martini. Genere: Commedia. Durata: 117 minuti circa.
Trama: Enrico Giusti è il migliore nel campo delle cessioni. Intermediario per un’azienda che acquista società in crisi, guadagna la fiducia dei suoi clienti e risana la loro vita, facendoli ricominciare in Costa Rica o direttamente agli antipodi. Figlio di un imprenditore, fratello più grande di Nicola, tende a fuggire quando si trova in difficoltà, proprio come il padre. Enrico ripara ogni giorno il proprio trauma infantile lavorando per salvare le aziende da gestioni disastrose. A sconvolgere la sua vita ci saranno la morte improvvisa di due imprenditori trentini, i loro orfani, un diciottenne e una tredicenne, che finiscono alla guida dell’azienda, e l’arrivo della fidanzata israeliana, sedotta e abbandonata dal fratello.

8) Babbo Natale non viene da Nord
Babbo Natale non viene da NordRegia: Maurizio Casagrande. Cast: Maurizio Casagrande, Anna-Lisa, Giampaolo Morelli, Milena Miconi, Eva Grimaldi. Genere: Commedia. Durata: 100 minuti circa.
Trama: In un giardino incantato, un Babbo Natale cattura l’attenzione di una bambina con la madre. Per riportare il sorriso sul viso della bimba, che piange alla vista del Babbo Natale, il vecchio decide di raccontarle una storia, prendendola in braccio… Marcello, prestidigitatore immaturo, superficiale e donnaiolo, ma bravissimo nel suo mestiere, ha una figlia ventisettenne, India, di cui non si è mai occupato ma che, durante i giorni di cui racconta la storia, è venuta a stare qualche giorno da lui per avere un’occasione in più per la sua carriera.

Avete deciso che film andare a vedere questo weekend al cinema? Ditecelo nei commenti!

Appuntamento a giovedì prossimo, con i film in uscita il prossimo weekend!