X Factor 2016 – Alessandro Cattelan parla di #XF10.

0
Alessandro Cattelan condurrà i David di Donatello

Alessandro Cattelan parla di X Factor Italia 2016. Il conduttore dice la sua sui nuovi giudici, sui concorrenti e elenca le caratteristiche che devono possedere i concorrenti che intraprendere l’avventura del talent show. 

“Ricominciare è sempre bello… ogni stagione di X Factor. Quest’anno oltre al piacere di rivedere le solite facce conosciute c’è anche la curiosità di scoprire un po’ le persone nuove.

Alcune già le conoscevo come Manuel, anche se non benissimo, lo sto riscoprendo meglio in questi giorni. 

Altre sono proprio delle novità. Alvaro mi sembra un ragazzo molto carino, solare e allegro. Come un ragazzo spagnolo deve essere per soddisfare le nostre aspettative nei riguardi della Spagna. E lui le sta soddisfacendo”.

Il conduttore descrive come dovrebbe essere il suo concorrente preferito di X Factor Italia:

“E’ quello che parla poco prima, canta e fa benissimo. In base a quello che fa discutere poco….un cantante per andare bene ad X Factor deve avere svariate voglie. Deve avere la voglia di lavorare, perché al di là dell’entusiasmo deve fare i conti con la fatica che dovrà fare.

Deve avere voglia di lavorare, voglia di fare questo lavoro e rimanere mentalmente aperto per cercare di carpire più informazioni possibili e più consigli che gli arrivano in questi tre mesi. Perché anche chi vince X Factor ci si trova non completamente soli ma quasi. Deve avere delle voglie….voglia di fare”.

“I parenti e gli amici dei cantanti, continua Alessandro, sono spettacolari. Alcuni fanno tenerezza e ti verrebbe di abbracciarli. Altri invece vorresti menarli (ride) ma sono molto divertenti”.

Sui suoi momenti preferiti, il conduttore non ha dubbi:

“Il mio momento preferito dei Live è la semifinale perché chi arriva in semifinale vuol dire che ha cantato il suo inedito, il pubblico lo conosce bene, e vuol dire che anche se non vince può trarre vantaggi dal programma.

I miei momenti invece preferiti sono i due inizi: l’inizio della prima puntata e dell’ultima puntata. Nell’ultima puntata sei al Forum con il palco fantastico e tutto quello che ne consegue. Mentre nella prima è un riscoprire le carte in tavola a distanza di un anno”