X Factor 9 secondo Mika: “X Factor sarà una figata. Amo Skin e sembriamo quattro amici al bar”.

0
X Factor 9 secondo Mika

X Factor 9 secondo Mika: “X Factor sarà una figata. Amo Skin e sembriamo quattro amici al bar”

“I miei concerti? Show con ingredienti semplici e fatti a mano”.

Anche quest’anno, per la terza volta consecutiva, sarà dietro il banco dei giudici di X Factor Italia. Giudice anche di The Voice in Francia il cantautore libanese naturalizzato britannico si trova molto bene in Italia e, dopo il primo periodo di rodaggio, ha imparato l’italiano meglio di tanti artisti nostrani.

La nona edizione è alle porte e, al settimanale Grazia, Mika ha voluto commentare i tanti cambiamenti che sono stati apportati:

La prossima edizione di X Factor sarà una figata. Con l’arrivo della popstar Skin, che amo molto, e il ritorno di Elio saremo come quattro amici che vanno al pub, chiacchierano, si divertono e ascoltano buona musica. 

L’uscita di Morgan, che lo scorso anno aveva creato qualche problema in trasmissione e aveva condizionato tutto l’andamento della trasmissione, e l’ingresso di Skin insieme al ritorno di Elio, sembrano aver portato il giusto clima al talent show che, secondo Mika, ci invidiano da tutto il mondo:

X Factor è una sfida che ha influenzato la mia vita negli ultimi anni. L’edizione italiana è il punto di riferimento in tutto il mondo per la messa in scena, gli abiti, il repertorio, la libertà. E quest’anno voglio divertirmi senza fare calcoli.

[ad id=’21350′]

[adsense]

Con #XF9 dovrebbe arrivare l’anno della rivincita di Mika che nel corso delle precedenti edizioni non ha di certo lasciato il segno per i talenti che ha avuto in squadra. Ultimate le registrazioni delle Audition e dei Bootcamp, che inizieremo a vedere dal 10 Settembre su Sky Uno, nello stesso mese Mika si dedicherà ai vari concerti in giro per l’Italia e, se il suo ultimo lavoro discografico, non ha scalato ancora le classifiche di vendita (almeno qui in Italia), possiamo dirvi che il concerto è veramente coinvolgente, avendo avuto la fortuna di partecipare alla sua data zero a Le Fabrique di Milano. 

Lo stesso cantante, intervistato da Vanity Fair, ha voluto presentare così i suoi concerti:

Voglio fare uno show con ingredienti semplici e fatti a mano, ma efficace. Mi piace creare l’illusione con cose della strada, non ho mai usato LED. Spero sarà uno show bellissimo, molto visuale: più come un balletto che un concerto pop.

Classe 1983. Nonostante gli studi prettamente scientifici, Liceo Scientifico prima e Facoltà di Ingegneria dopo, ho continuato a coltivare quelle che sono le mie vere passioni, facendo emergere, tra le altre cose, un lato artistico. Le mie giornate durano in media 19 ore, escludendo le ore di sonno. Appassionato di tv (talent e reality in primis), serie tv e teatro, ho collaborato con diversi blog televisivi: InsideTv, Magazinet e Teleblog, pubblicando il Volume #0 di "UN ANNO CON IL SERIAL CLUB".