XF8 Bootcamp – “Six Chair Challenge”, un meccanismo che ci terrà incollati alla sedia.

0

XF8 Bootcamp: Anche in Italia arrivano il meccanismo delle “Six Chair Challenge” 

Tante saranno le novità che vedremo nella ottava edizione di X Factor”. Queste le parole che avevano usato durante la conferenza stampa di presentazione dell’ottava edizione per comunicare agli addetti ai lavori che quest’anno non si scherzava.  Oltre alla sostituzione di due giudici, apprendiamo, con una settimana di anticipo, che il meccanismo dei bootcamp è stato cambiato. Una novità? Si, una grande novità se seguissimo solo la versione italiana ma per chi ha seguito la versione inglese e americana di X Factor, può tranquillamente dire che tale meccanismo non è nuovo, però è davvero emozionante e al cardiopalma e, nella versione inglese, coinvolge in maniera incredibile il pubblico presente in studio o arena, e soprattutto i giudici. In cosa consiste questo meccanismo delle Six Chair Challenge?

“Qui i giudici dovranno scegliere i talenti da portare alle Home Visit per l’ultima fase di selezione prima degli attesissimi Live Show. I posti disponibili per accedere alle Home Visit sono solo sei per categoria. Sul palco del Bootcamp, quindi, gli aspiranti concorrenti troveranno sei sedie ad aspettarli: inizia la temuta Six Chair Challenge! I talenti in gara per far parte di ogni squadra si esibiranno a uno a uno. Il giudice a capo di ciascuna categoria deciderà subito se eliminare il concorrente dalla competizione o consentirgli di occupare una delle sei agognate sedie. Ma non finisce qui: fino all’ultimo il giudice avrà la possibilità di chiedere a un talento già seduto di alzarsi per lasciare il posto a un altro più meritevole!”

Nessuno quindi, sarà al sicuro e tanto per citare il commento di una concorrente Emma Morton alla sua audizione: “sembrerà di avere il fuoco sotto il sedere”.

clicca qui per il video

[adsense]

Classe 1983. Nonostante gli studi prettamente scientifici, Liceo Scientifico prima e Facoltà di Ingegneria dopo, ho continuato a coltivare quelle che sono le mie vere passioni, facendo emergere, tra le altre cose, un lato artistico. Le mie giornate durano in media 19 ore, escludendo le ore di sonno. Appassionato di tv (talent e reality in primis), serie tv e teatro, ho collaborato con diversi blog televisivi: InsideTv, Magazinet e Teleblog, pubblicando il Volume #0 di "UN ANNO CON IL SERIAL CLUB".