#XF8 – Mario Gavino Garruccio canta Lucio Dalla: “E Non Andar Più Via”. Fedez polemizza.

0
Mario Gavino Garruccio
Mario Gavino Garruccio canta Lucio Dalla: “E Non Andar Più Via”.

Mario Gavino Garruccio canta Lucio Dalla. 

Fedez polemizza: “sentir parlare di pugni chiusi nel 2014 è svilente”.

Mario Gavino Garruccio è il secondo concorrente ad esibirsi durante la seconda manche. Presentatosi alle Audizioni, con un suo inedito e avendo colpito positivamente i giudici, questa sera il sardo, d’accordo con Mila, suo giudice, ha deciso di cantare: “E Non Andar Più Via” di Lucio Dalla. Una scenografia scarna all’apparenza ma riempita perfettamente dalla sua voce e sull’acuto più alto del cantante, sono comparse sul ledwall rondini che hanno preso il volo verso un universo virtuale.

Il pubblico estasiato dalla sua esibizione si è “esibito” in una standing ovation. Il commento dei giudici, e soprattutto di Fedez, invece è stato contrario a quello del pubblico presente in studio:

Fedez: “Questo è un brano che è fortemente connotato per la collocazione storica, politica e  sociale, il cut è sbagliato perché, sentir parlare di pugni chiusi nel 2014, sul palco di X Factor lo trovo svilente per il contenuto del pezzo. Tu hai una storia da raccontare e oggi hai raccontato una storia che non è la tua. L’esibizione comunque è stata bellissima”.

Morgan: “Io sono in disaccordo con Fedez e in accordo con Mika. Io faccio i complimenti a Mika, perché ha fatto una scelta seria e profonda perché ha capito l’essenza comunicativa di questo cantante. Gli ha dato una cosa che ha padroneggiato alla grande. Lui ha maneggiato un testo di una difficoltà pazzesca senza batter ciglio, padrone di quello che fa. Quando uno è così serio nell’approccio, studia si prepara, vuol dire che lui merita e il risultato di ciò è che lui ha comunicato, da un cuore ad un altro….con questa canzone ce l’hai raccontata come bisogna raccontare le canzoni senza perdere un filo né di emozione né di comprensione razionale di quello che stavi facendo”.

Victoria Cabello: “Io penso che tu abbia fatto una delle più belle performance della serata. Sei meraviglioso, sei bello, intenso….no non sei bello….però quando sali su quel palco sei meraviglioso, sei una delle cose più belle che abbia mai visto qui e mi conquisti sempre. Il testo era difficilissimo. Mika hai fatto un grandissimo lavoro, hai ascoltato Mario e si sente questa cosa e hai capito che poteva farcela e poteva sostenerlo”.

Mika: “Devo dire che lui ha fatto un grande lavoro. Hai studiato le parole, il modo di cantare. Quando ho scelto questa canzone, io non essendo italiano, ho studiato Lucio Dalla. Sono totalmente in disaccordo con te. E’ molto pericoloso scegliere su cosa si può o non si può cantare. Lucio Dalla, era un cantautore, e quindi in ogni canzone forse c’era un aspetto politico o sociale. La cosa più importante che devo fare questa sera è: Mario per te questa è una canzone politica o no?”

Mario ha risposto di no, scatenando in Fedez la risposta: “allora non avete capito niente del pezzo”.

clicca qui per l’esibizione di Mario

[adsense]

Classe 1983. Nonostante gli studi prettamente scientifici, Liceo Scientifico prima e Facoltà di Ingegneria dopo, ho continuato a coltivare quelle che sono le mie vere passioni, facendo emergere, tra le altre cose, un lato artistico. Le mie giornate durano in media 19 ore, escludendo le ore di sonno. Appassionato di tv (talent e reality in primis), serie tv e teatro, ho collaborato con diversi blog televisivi: InsideTv, Magazinet e Teleblog, pubblicando il Volume #0 di "UN ANNO CON IL SERIAL CLUB".