Zero originalità: il fenomeno dei “film gemelli” analizzato in un video

0
Zero originalità: il fenomeno dei

Che l’originalità si sia un po’ persa per strada a Hollywood, non è una novità. Negli ultimi anni siamo stati letteralmente invasi da reboot, prequel e sequel, e guardando al futuro le cose non sembrano migliorare affatto. Certo, ci sono quei franchise che fanno la felicità dei figli degli anni ’80 (come me, ndr) come Star Wars, Star Trek o Indiana Jones, ma sono anche macchine da soldi sicure (se sfruttate bene e realizzate a dovere) e le major non devono preoccuparsi di eventuali perdite economiche. Non c’è più quella voglia di rischiare, quel desiderio di portare sul grande schermo un prodotto mai visto prima che sia in grado di stupire il pubblico, lasciandogli quella frenesia di uscire dalla sala, comprare un altro biglietto e rientrare immediatamente per rivedere il film. E a rimetterci, purtroppo, siamo sempre noi.

Screen Rant, sito indipendente di notizie su cinema e tv, ha voluto concentrarsi su un aspetto specifico di questa crisi di originalità, il fenomeno dei “film gemelli”, ovvero quelle pellicole che uscite nello stesso anno, realizzate da due major differenti, spesso condividono la stessa storia o la stessa tematica. Qualche esempio? The Illusionist e The Prestige, Salvate il Soldato Ryan e La sottile Linea Rossa… e potremmo andare avanti per parecchio.

Dopo il salto, trovate il video dove Screen Rant esplora e analizza il fenomeno in maniera piuttosto chiara e divertente.

E voi cosa ne pensate di questo fenomeno dei “film gemelli”? Secondo voi Hollywood tornerà a rischiare come un tempo?