A Very English Scandal, su FoxCrime la miniserie inglese con Hugh Grant da non perdere

A VERY ENGLISH SCANDAL - TELEFILM - GALLERY - Ben Whishaw and Hugh Grant

A Very English Scandal su FoxCrime dal 23 novembre

In prima tv assoluta arriva su FoxCrime dal 23 novembre A very English Scandal miniserie in tre episodi in onda per 3 venerdì alle 21:55 dopo Criminal Minds.

E quando si leggono vicine le parole “miniserie e inglese” è difficile distoglierle lo sguardo e trovarsi di fronte un pessimo prodotto.

A Very English Scandal racconta la storia vera dello scandalo sessuale a sfondo omosessuale che negli anni ’70 colpì il politico in ascesa Jeremy Thorpe qui interpretato da Hugh Grant. La serie è basata sul libro di John Preston che racconta il caso Thorpe processato per aver cercato di uccidere il suo presunto ex amante, Norman Scott, interpretato da Ben Whishaw. Il killer assoldato era un ex pilota di aerei di Blackpool, Andrew «Gino» Newton (Blake Harrison) che però, armato di una pistola Mauser, invece di assassinare l’ex amante del politico Scott, uccide il suo cane, un danese di nome Rinka.

Leader del partito liberale in un periodo in cui l’omosessualità era ancora reato, Thorpe non poteva rischiare che un semplice ragazzo, povero ma con grandi ambizioni, rovinasse la sua ascesa politica. Il tutto nonostante nel 1967 anche grazie al contributo di Thorpe e del suo partito si arrivò all’eliminazione del reato di omosessualità.

Autore dell’adattamento tv è Russel T. Davies autore della versione britannica di Queer As Folk, sceneggiatore di Doctor Who e Torchwood, mentre alla regia c’è Stephen Frears nominato all’Oscar per The Queen. Nel Regno Unito la miniserie è andata in onda in estate e ha avuto una “conseguenza reale”: si è infatti scoperto che il presunto killer non è morto come tutti pensavano ma vive sotto pseudonimo Hann Redwin, nel Surrey.

A VERY ENGLISH SCANDAL – MINI-SERIES

A Very English Scandal Recensione

Divertente, umana, profonda. Difficile associare questa sequenza di aggettivi su tante altre serie tv o miniserie come nel caso di A Very English Scandal.

Hugh Grant offre il volto umano di un uomo potente ma che deve anche lui sottostare alle leggi del suo tempo, piegare il sentimento al volto pubblico bonario e rassicurante che un politico deve avere. Jeremy Thorpe è un uomo che ha amato senza poter amare veramente, nascosto dietro finti matrimoni e un rapporto malsano con la madre. Un uomo profondamente sensibile ma al tempo stesso spietato, dotato di quel piacevole senso dell’umorismo caustico tipico degli inglesi.

Oggi la storia di Jeremy Thorpe sarebbe diversa perchè l’omosessualità non è più un reato nel Regno Unito, ma uguale in quanto alla difficoltà di dover coniugare la vita pubblica/politica con la sfera sessuale. Il privato diventa pubblico e si fa scandalo quando non corrisponde alla morale accettata dalla maggioranza.

Ben Whishaw è ormai una certezza nel panorama televisivo e cinematografico inglese ma anche internazionale tra miniserie e serie tv come The Hour o London Spy fino a film come Skyfall o il prossimo Mary Poppins e regale anche in A Very English Scandal una nuova interpretazione memorabile dando vita al mondo caotico di Norman Scott. Il suo Norman è fiero e fragile, amante amorevole e spietato carnefice, desideroso in fondo di avere soltanto un documento che richiede insistentemente al proprio amante.

A Very English Scandal offre momenti seri, di alta tensione, alternati ad altri più leggeri quasi divertenti, fino a sprazzi di romanticismo nel rapporto tra Jeremy e Norman, un amore imbarazzato anche nel chiuso delle stanze private, con Norman fiero della propria omosessualità e Jeremy più interessato a mantenere privata la propria vita sessuale.

Un aspetto interessante viene segnalato da The Hollywood Reporter all’interno della propria recensione. L’interpretazione di Hugh Grant potrebbe risultare a tratti esagerata, al limite del parodistico, ma come segnala il sito USA, il vero Thorpe, secondo chi lo conosceva, era proprio così.

A very English Scandal è una miniserie che probabilmente mal si sposa all’interno della programmazione di FoxCrime ma nonostante questo assolutamente da non perdere.

A Very English Scandal in streaming

A Very English Scandal è in streaming su Sky Go e Now Tv, su SkyOnDemand dopo la messa in onda.

PANORAMICA RECENSIONE
Voto
9
Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a riccardo.cristilli@gmail.com o info@dituttounpop.it