ABC al TCA tra Shonda Rhimes, il futuro di SHIELD e Once Upon a Time, Roseanne e altre novità

ABC al TCA: la presidente e la fusione Disney-Fox, Shonda Rhimes, il futuro di SHIELD, Inhumans e Once Upon a Time

Ha parlato un po’ di tutto Channing Dungey Presidente di ABC al TCA, meno che dell’accordo Disney-Fox che in 12-18 mesi dovrebbe/potrebbe cambiare l’equilibrio televisivo americano. “Al momento la mia attenzione è concentrata su quello che ho davanti, ovvero il lancio degli show della seconda parte di stagione e i pilot da ordinare. Siamo nel pieno delle varie fasi di approvazione dell’accordo, la società ha detto tutto quello che c’era da dire“.

Intanto saranno sicuramente giunti anche alle sue orecchie i rumor di un possibile approdo di Dana Walden, attualmente alla Fox e molto corteggiata dai vari network,  come capo della nuova società Disney-Fox.

Meglio parlare delle serie tv per Dungey che si prepara ad un 2018 ricco di novità come è facile intuire dall’elenco delle serie tv in partenza nei prossimi mesi (leggi qui). Parlando della quinta stagione di Marvel’s Agents of SHIELD Dungey si è detta entusiasta “probabilmente è la più solida da un punto di vista creativo” e non vede l’ora che arrivi anche la seconda parte di stagione. A breve i vertici ABC si incontreranno con i produttori della serie per parlare della sesta stagione che in base anche alle loro idee, sembra al momento probabile.

Decisamente più tendente all’impossibile un rinnovo di Inhumans un flop sia dal punto di vista degli ascolti che per la critica. Al momento non ci sono inoltre piani per una nuova serie Marvel in casa ABC, non essendoci alcun pilot in preparazione targato Marvel.

Channing Dungey apre inoltre ad un possibile rinnovo di Once Upon a Time/ C’era una volta per un’ottava stagione. Sicuramente lo spostamento dalla domenica al venerdì ha portato ad un calo negli ascolti live ma la presidente ha evidenziato come la serie faccia registrare ottimi risultati nei giorni successivi, riportando i numeri ai livelli della scorsa stagione “quindi la base di fan non è cambiata molto“. A breve la presidente si incontrerà con i creatori Eddy Kitsis e Adam Horowitz per capire qual è la loro idea se dovessero realizzare una nuova stagione.

Dungey rivela come conoscendo da tempo Shonda Rhimes, avesse ormai intuito che per lei era arrivato il momento di cambiare “era interessata a provare nuove direzioni creative e penso che tutti sappiamo come ci siano differenti sfide e opportunità nei broadcaster e nello streaming. Le auguro il meglio“. Al tempo stesso si aprono nuove opportunità per diversi talenti per emergere sulla ABC, sottolinea Dungey.

Opportunità che non ha saputo cogliere The Mayor, di fatto cancellata dalla ABC. “Una mia teoria è che lo show sia arrivato in un periodo in cui la gente è un po’ stanca con tutto quello che riguarda la politica. Penso che anche il titolo The Mayor non abbia aiutato perchè guardando la serie ti rendi conto che non è una comedy politica quanto uno show su una famiglia lavorativa e sul rapporto tra il protagonista e la madre“. Eppure ABC aveva investito molto nel marketing di questa serie ma “le persone lo conoscevano, semplicemente non lo hanno visto“.

ABC al TCA: Pappa e Ciccia revival – Roseanne e la politica

Non è un segreto che Roeseanne Barr abbia votato per Trump e come lei hanno fatto i personaggi (o almeno la gran parte) di Roseanne – Pappa e Ciccia. Una cosa naturale per Barr visto che lei ha sempre voluto raccontare un volto realistico dell’America e la classe dei lavoratori è quella che ha contribuito all’elezione di Trump “quindi era realistico”.

In una serie di botta e risposta con i critici Barr ha sottolineato come non si può e non si debba essere d’accordo al 100% con tutto quello che dice chi poi si vota. E’ sempre la scelta tra due “diavoli” ed è normale che sia così.

ABC al TCA:Shonda Rhimes For the People e lo spinoff di Grey’s Anatomy

Lo spinoff di Grey’s Anatomy non ha ancora un titolo perchè bisogna pensarci bene e non è assolutamente un problema non averlo. Partendo da questo presupposto Shonda Rhimes è intervenuta al TCA ABC per parlare della serie che porterà anche nel mondo dei pompieri quel mondo al femminile di Grey’s Anatomy. La produttrice ha spiegato come nonostante l’accordo con Netflix il suo ruolo nelle serie di ABC non cambierà, sarà sempre produttrice esecutiva almeno finchè le serie tv saranno in onda (Grey’s Anatomy, il suo spinoff, How To Get Away With Murder, For the People considerando ormai chiuso Scandal) e lo stesso sarà anche per i pilot presentati che dovessero diventare serie.

Tradizionalmente ci sono più uomini che donne tra i pompieri” ha spiegato la produttrice Stacy McKee “Il bello della nostra stazione dei pompieri e di Seattle in generale è che ci sono tre donne straordinarie e in posizione di potere. Seattle ha una delle percentuali più alte di donne tra i pompieri“.

Jason George che interpreta Ben Warren e si sposterà dalla serie madre al suo spinoff, ha rivelato come ci sia stato questo momento toccante in cui ha salutato il resto del cast. Poi però si è reso conto che si rincontreranno presto visto che ci saranno diversi crossover tra le due serie in questi primi 10 episodi in partenza il 22 marzo su ABC (in Italia su FoxLife).

Scritto da Paul Williams Davies For the People dal 13 marzo porterà nel martedì sera della ABC un tocco di legal drama mischiato con gli amori e le dinamiche lavorative di Grey’s Anatomy. Subito dopo l’ordine, la serie ha subito diversi cambiamenti con Britt Robertson e Jasmin Savoy Brown che hanno preso il posto di Britne Oldford e Lyndon Smith nei ruoli rispettivamente di Sandra e Allison. Secondo Davies i cambiamenti sono stati necessari per esigenze creative, per la necessità di modificare i personaggi e le alchimie con il resto del cast e non per motivazioni specifiche o contrasti con le precedenti attrici.

ABC al TCA: gli altri show

  • The Goldbergs-1990 Something sarà il titolo dell’episodio in onda il 24 gennaio su ABC e che di fatto è il pilot dello spinoff anni ’90 di The Goldbergs girato lo scorso anno ma non ordinato dalla rete.
  • In partenza il 28 marzo Alex, Inc. riporta in tv la squadra di Scrubs Zach Braff e Matt Tarses con una serie ispirata alla vera storia di Alex Blumberg (Schuman nella serie) che nel podcast StartUp ha raccontato il suo tentativo di creare una propria azienda lasciando un lavoro stabile e pur avendo una famiglia da mantenere. Il podcast non era molto familiare, mentre nella serie avranno spazio anche i più piccoli di casa, oltre al miglior amico Eddie Ramirez (Michael Imperioli) e Dierdre (Hillary Anne Matthews) personaggi non tratti dalla realtà.
  • Il 27 marzo arriverà invece Splitting Up Together comedy su una coppia divorziata che ritrova l’antico splendore interpretata da Jenna Fischer e Oliver Hudson, che nonostante il divorzio vivono insieme per stare con i figli. La comedy è tratta da una serie danese ma Emily Kapnek ha spiegato come abbiano operato alcuni aggiustamenti tra cui dare più spazio ai figli.
  • Il 2 aprile sarà la volta di The Crossing un drama sci-fi che riporta il genere sulla ABC ma che corre il rischio di essere evitato da critici e pubblico considerando che spesso la rete ha cancellato prodotti di questo tipo. I produttori Dan Dworkin e Jay Beattie hanno rassicurato che sono stati girati tutti gli 11 episodi e che potenzialmente la serie può durare a lungo “Ogni episodio darà agli spettatori un qualcosa per far venire loro voglia di tornare”.