Cannes 2018 i vincitori: due premi per gli italiani Dogman e Lazzaro Felice

guida tv sabato 1 febbraio

Cannes 2018 Tutti i vincitori – Il Palmares 2018

Palma d’oro – Shoplifter di Hirokazu Kore-eda

Grand Prix Speciale Giuria – BlacKkKlansman di Spike Lee

Regia – Pawel Pawilkowski per Cold War

Miglior Attore – Marcello Fonte per Dogman

Miglior Attrice – Samal Yeslyamova per Ayka

Premio della Giuria – Capharnaum di Nadine Labaki

Sceneggiatura – Alice Rohrwacher per Lazzaro Felice ex aequo con Nader Saievar e Jafar Panahi per Three Faces

Palma d’oro Speciale a Le Livre d’image di Jean-Luc Godard

Camera d’or – Girl di Lukas Dhont

Cannes 2018 I Film Premiati di che parlano?

Shoplifters Trama

Il film premiato con la Palma d’Oro è Shoplifter, film giapponese diretto e scritto da Hirokazu Kore-eda. Racconta la storia di Osamu Shibata (Lily Franky) sposata con Nobuyo (Sakura Ando), i due vivono in povertà. Osamu fa lavori saltuari, Nobuyo ha un lavoro sottopagato e per questo la famiglia vive grazie alla pensione della nonna. Osamu porta il figlio Shota a compiere piccoli furti in un alimentari e qui trovano una ragazza Yuri senza casa . Osamu decide di adottarla informalmente e la porta a casa con loro ma la polizia inizierà a cercarla.

BlacKkKlansman Trama

Diretto da Spike Lee, adattamento del libro Black Klansman dell’ex poliziotto Ron Stallworth, racconta la storia di un detective afroamericano di Colorado Springs che si infiltra nel Ku Klux Klan e riesce a diventarne il capo. Nel cast Adam Driver, John David Washington e Topher Grace.

Cold War Trama

Pawel Pawilowski ha vinto il premio per la regia per Cold War, un film polacco ispirato alla storia dei suoi genitori, racconta una storia d’amore sullo sfondo della Guerra Fredda.

Dogman Trama

Matteo Garrone è il regista di Dogman con il miglior attore di Cannes Marcello Fonte, ispirato al cosiddetto delitto del Canaro, l’omicidio del criminale e pugile dilettante Giancarlo Ricci compiuto a Roma da Pietro De Negri, detto er canaro, nel 1988. Marcello vive alla Magliana, una periferia romana, dove gestisce fa il toilettatore per cani. Un uomo mite, che ama molto la figlia Alida e ha un buon rapporto con i vicini. Per guadagnare di più spaccia cocaina che lo fa entrare in contatto con Simoncino un delinquente di zona. Simoncino un giorno scopre che il locale di Marcello confina con un orafo e lo costringe ad aiutarlo a svaligiarlo. Marcello non vorrebbe rovinare il suo rapporto con i vicini, ma finisce per accettare. Viene però scoperto e arrestato, decidendo di non fare la spia sul complice. Uscito di galera, Marcello torna alla sua vita, ma è ormai un uomo diverso, i vicini lo emarginano e lui decide di reagire ai soprusi di Simoncino che lo picchia pubblicamente. Marcello deciderà però di vendicarsi.

Ayka Trama

Samal Yeslyamova è la protagonista di Ayka film di Sergey Dvortsevoy che racconta la storia di una ragazza kirghisa che lavora illegalmente a Mosca. Rimasta incinta, partorisce e lascia il figlio in ospedale per tornare subito a lavoro e saldare il debito con dei malviventi. Truffata da chi le ha offerto il lavoro, passerà di impiego in impiego, in cerca di tornare dal figlio.

Lazzaro Felice Trama

Lazzaro è un contadino di 20 anni buono e semplice, molto amico di Tancredi, figlio della marchesa Alfonsina De Luna, donna dal carattere duro, nota come la regina delle sigarette. Tancredi chiederà a Lazzaro di aiutarlo a organizzare il suo rapimento. Il loro legame è così forte che spingerà Lazzaro ad andare per la prima volta in una grande città in cerca dell’amico. (Al cinema dal 31 maggio)