Designated Survivor Netflix ordina la terza stagione.

Designated Survivor salvata

Designated Survivor Netflix rinnova la serie cancellata da ABC

Svelato il Blind Item di Micheal Ausiello e TvLine: la serie tv salvata era Designated Survivor, come già risultava probabile il 1 settembre (qui tutte le tappe).

Netflix ha ordinato una terza stagione da 10 episodi di Designated Survivor, Kiefer Sutherland tornerà così a vestire i panni di Tom Kirkman l’uomo normale ritrovatosi improvvisamente Presidente degli Stati Uniti dopo una tragedia che ha spazzato via tutti i vertici dello stato.

Oltre a Kiefer Sutherland torneranno gli altri protagonisti Kal Penn, Adan Canto e Italia Ricci mentre sono ancora in corso le trattative con Maggie Q. Ma la cosa non stupisce, già nella seconda stagione il ruolo di Maggie Q e della sua agente FBI diventata una sorta di investigatrice speciale della Casa Bianca risultava fuori contesto, quasi una serie tv parallela. Se nella prima stagione era stata centrale per l’indagine, lo spostamento a dinamiche più politiche aveva costretto gli sceneggiatori a creare una sottotrama troppo staccata dal resto per il suo personaggio.

Nella terza stagione il rischio è che il suo ruolo risulti ancor più marginale. Considerando che, secondo quanto rivelato, nella terza stagione assisteremo alla trasformazione di Tom Kirkman da Presidente improvvisato a leader politico. Ma cosa ci vuole per essere un leader? quali compromessi bisogna accettare? Kirkman entrerà nell’agone politico e affronterà una campagna elettorale con tanto di parte importante destinata alle fake news. Ecco se Maggie Q resterà nella serie, l’ideale potrebbe essere ritagliarle un ruolo a metà tra i “gladiatori” di Scandal e Carrie di Homeland: un’investigatrice a caccia del marcio degli avversari e contro le fake news.

Neal Baer, assunto come showrunner prima della cancellazione, resterà nel ruolo e ha elaborato insieme a Sutherland e ai suoi collaboratori, il tema portante di questa nuova stagione. Fin dalla cancellazione lo scorso maggio, produttori e autori della serie erano stuzzicati dall’idea di poter lavorare per streaming o cable, ragionando su 10 episodi serializzati piuttosto che su 21-22 con la necessità di unire trame episodiche con una narrazione più ampia.

Le trattative sono durate più del previsto perchè Hulu aveva i diritti della serie negli Stati Uniti e Canada, mentre Netflix già distribuisce la serie nel resto del mondo. La nuova stagione arriverà nel 2019.  

Per andare da A a B passereste prima per C? Se si perchè? e D? Non rischia di offendersi se non gli facciamo nemmeno un saluto? Ma soprattutto, che razza di bio è questa? Siete sicuri di volere una biografia? Mi trovate su Fb/tw/G+/pinterest/instagram/linkedIn come Riccardo Cristilli, il modo più semplice per farvi i fa....ehm conoscermi meglio. Per comunicati, eventi, news sulle serie tv scrivete a riccardo.cristilli@gmail.com o info@dituttounpop.it