Dogman è il film italiano candidato agli Oscar 2019

0
dogman

Dogman è il candidato italiano agli Oscar

La commissione di Selezione ha scelto Dogman come rappresentante dell’Italia ai prossimo Oscar. Il 22 gennaio 2019 al momento dell’annuncio delle nomination sapremo se Dogman entrerà nella cinquina come miglior film in lingua straniera, mentre il 24 febbraio 2019 si svolgerà la cerimonia di premiazione dei 91° Oscar.

La commissione italiana di selezione è composta da Nicola Borrelli, Marta
Donzelli, Gian Luca Farinelli, Antonio Medici, Silvio Soldini, Maria Carolina
Terzi, Maria Sole Tognazzi, Stefania Ulivi, Enrico Vanzina.

Dogman di Matteo Garrone aveva già ottenuto il premio al Miglior Attore allo scorso Festival di Cannes.

Ispirato al cosiddetto delitto del Canaro, l’omicidio del criminale e pugile dilettante Giancarlo Ricci compiuto a Roma da Pietro De Negri, detto er canaro, nel 1988. Marcello vive alla Magliana, una periferia romana, dove gestisce fa il toilettatore per cani. Un uomo mite, che ama molto la figlia Alida e ha un buon rapporto con i vicini. Per guadagnare di più spaccia cocaina che lo fa entrare in contatto con Simoncino un delinquente di zona. Simoncino un giorno scopre che il locale di Marcello confina con un orafo e lo costringe ad aiutarlo a svaligiarlo. Marcello non vorrebbe rovinare il suo rapporto con i vicini, ma finisce per accettare. Viene però scoperto e arrestato, decidendo di non fare la spia sul complice. Uscito di galera, Marcello torna alla sua vita, ma è ormai un uomo diverso, i vicini lo emarginano e lui decide di reagire ai soprusi di Simoncino che lo picchia pubblicamente. Marcello deciderà però di vendicarsi.

Gli altri film selezionabili

  • A casa tutti bene di Gabriele Muccino
  • Caina di Stefano Amatucci
  • Come un gatto in tangenziale di Riccardo Milani
  • Dove non ho mai abitato di Paolo Franchi
  • L’esodo di Ciro Formisano
  • L’età imperfetta di Ulisse Lendaro
  • Il figlio sospeso di Egidio Termine
  • Lazzaro felice di Alice Rohrwacher
  • Manuel di Dario Albertini
  • Napoli velata di Ferzan Ozpetek
  • Nome di donna di Marco Tullio Giordana
  • Quanto basta di Francesco Falaschi
  • La ragazza nella nebbia di Donato Carrisi
  • Riccardo va all’inferno di Roberta Torre
  • Sembra mio figlio di Costanza Quatriglio
  • Una storia senza nome di Roberto Andò
  • Sulla mia pelle di Alessio Cremonini
  • La terra dell’abbastanza di Damiano e Fabio D’Innocenzo
  • The place di Paolo Genovese
  • Tito e gli alieni di Paola Randi