Home CINEMA

Goodnight mommy, l’horror psicologico conquista Prime Video – La recensione

Goodnight mommy

- Pubblicità -
Goodnight Mommy
Photo: DAVID GIESBRECHT © 2022 Amazon Content Services LLC

Goodnight Mommy trama e recensione del film su Prime Video dal 16 settembre 2022

Goodnight mommy è un thriller psicologico con elementi horror di produzione statunitense. Si tratta del remake di Goodnight Mommy (Ich seh, Ich seh), pellicola austriaca del 2014 diretta da Veronika Franz e Severin Fiala molto lodata dalla critica. É disponibile su Prime Video dal 16 settembre.

- Pubblicità -

La versione statunitense è diretta da Matt Sobel e sceneggiata da Kyle Warren, ed è prodotta da Amazon Studio, Playtime e Animal Kingdom. Non siamo sicuri che entrerà a far parte della Top Ten di Prime Video, ma non si può mai sapere. Non è certo la prima volta che gli Stati Uniti offrono al pubblico remake in lingua inglese di film stranieri che poi si rivelano dei grandi successi.

- Pubblicità -

La trama

Elias e Lukas sono due gemelli identici. Non vedono l’ora di tornare a casa dalla loro madre che, scopriamo a poco a poco, è un’attrice famosa. Sono stati separati da lei per un lungo periodo, trascorso col padre, per ragioni poco chiare. Una volta tornati nella grande e isolata casa materna, però, scoprono subito che qualcosa non va. Loro madre, che tiene sempre la testa fasciata e non è visibile ai bambini se non per gli occhi e le labbra, li tratta in maniera brusca e scostante, e non sembra voler stare in loro compagnia più del tempo che è assolutamente necessario.

- Pubblicità -

I gemelli, che sono inseparabili, presto iniziano a sviluppare delle teorie. Pensano che la madre sia stata sostituita, hanno incubi su di lei. La tensione sale, gli alterchi aumentano. La madre si dimostrerà violenta nei loro confronti. La verità verrà a galla, più spaventosa di tutte le teorie e le supposizioni.

Goodnight mommy, la recensione

Vi piace soffrire? Vi piacciono i thriller ansiogeni e dolorosi? Vi piace vedere dei bambini soffrire? Se la risposta è sì, Goodnight Mommy è il film che fa per voi. Non posso dire che mi sia piaciuto, ma fa egregiamente il suo lavoro. É una storia di traumi e di oscurità, prima ancora di essere una storia di famiglia. Una storia di inconscio, di gestione del dolore, di quello di cui può essere capace la mente umana, se abbandonata a se stessa, di quello che può gorgogliare fuori se la lasciamo andare, malata e impetuosa.

- Pubblicità -

Non è una bella storia, da qualsiasi lato la si guardi. Eppure incolla allo schermo, travolge, sconvolge, in qualche modo ti resta attaccata addosso. Non ha bisogno di essere splatter, non ha bisogno di calcare la mano con l’horror, di cui usa gli stilemi in maniera costante ma tutto sommato sobria. Naomi Watts, madre senza nome che passa dall’essere violenta alla disperazione in un battito di ciglia, è brava senza esagerare (sarebbe stato facile scadere nella macchietta). Il colpo di scena non è dei più sorprendenti. Se lo scopo di questo film era essere inquietante, allora c’è riuscito. Buona notte e sogni d’oro.

Il trailer

Il cast

  • Naomi Watts è la madre
  • Cameron Crovetti è Elias
  • Nicholas Crovetti è Lucas
  • Jeremy Bobb è Gary
  • Crystal Lucas-Perry è Sandy
  • Peter Hermann è il padre