J-Ax & Fedez Piccole Cose feat. Alessandra Amoroso: Testo e Video del nuovo singolo.

J-Ax & Fedez Piccole Cose feat. Alessandra Amoroso: Piccole Cose è il nuovo singolo di J-Ax & Fedez insieme ad Alessandra Amoroso [Testo e Video]

Il testo della canzone è in basso.  


Esce oggi in radio, “Piccole Cose”, il nuovo singolo firmato J-Ax & Fedez feat. Alessandra Amoroso, estratto dall’attesissimo album “Comunisti col Rolex”, distribuito da Sony Music.

“Piccole cose” è uno dei brani più rappresentativi del nuovo progetto. Nella vita di tutti i giorni, in cui l’attenzione è rapita costantemente da innumerevoli distrazioni, le piccole cose, i dettagli, sono sempre ciò che più facilmente sfuggono e sembrano non lasciare il segno. Se ci si ferma a riflettere però, ci si accorge che ognuno di noi è costituito da piccoli e frammentari pezzi di un grande puzzle, se si perde di vista anche solo uno di questi la visione d’insieme perde i contorni e si sfuoca. Le “piccole cose” sono i piccoli frammenti che danno corpo, sostanza, forma all’essere umano. Sono imprescindibili, indispensabili. Ascoltando il pezzo, si viene travolti da emozioni contrastanti: nonostante tutto ciò che puoi ottenere e comprare con il successo, proverai sempre nostalgia per cose piccole e semplici.

Il video, diretto da Mauro Russo e prodotto da BMovie, è un susseguirsi di immagini concrete e scene fantastiche e surreali e racconta perfettamente quanto sia facile perdere la percezione del “tutto” quando anche solo manca un tassello al mosaico di un essere umano. A rendere tutto più forte e d’impatto è la voce emozionante di Alessandra Amoroso.

Il brano è scritto da J-Ax e Fedez e prodotto da Takagi & Ketra, con cui hanno già collaborato per la hit da sei dischi di platino “Vorrei Ma Non Posto”.

J-Ax & Fedez Piccole Cose feat. Alessandra Amoroso: Il testo

Ed io che ho realizzato un sogno

Il mio più grande orgoglio

Non è la Porsche che ho appena parcheggiato fuori

Per quanto finto, il sottoscritto sa di avere vinto solo quando ha estinto il Mutuo dei suoi genitori

E con un coinquilino condivido la mia stanza

Quello che si dice “convivere con l’ansia”

Dalla cameretta al camerino

Tutti ti stanno accanto, nessuno ti sta vicino

Il cuore come un iceberg circondato dalle navi

La paura di affondare

Scontro fra Titanic

E più parlo d’amore, più non so come amare

Le canzoni non sanno mentire, ma i bugiardi sanno cantare

Quanti anni ci vogliono per raggiungere l’euforia

Per le piccole cose che non hai ancora

Perché a volte puoi spingerti oltre ogni confine

Arricchire e svuotare un’esistenza intera

E sentirsi felice anche solo ad immaginare

Quelle piccole cose che non hai ancora

Quante macchine veloci compriamo in leasing

Che non ci danno le emozioni della prima bici

Quanti hotel con la piscina e la palestra, doccia ipermoderna

Poi non capisci l’acqua calda e l’acqua fredda

Quando scende la fattanza crisi di coscienza

Vuoi distruggere la stanza Breaking Bed and breakfast?

Quanta fatica per salire in cima

Per poi scoprire che c’è poco ossigeno e non si respira

Per riempire buchi

Riscattare amori mai compiuti

Ci nutriamo dei “mi piace” degli sconosciuti

Con milioni di canzoni in streaming, si torna ad ascoltare sempre quelle

Che si amavano da ragazzini

Quanti anni ci vogliono per raggiungere l’euforia

Per le piccole cose che non hai ancora

Perché a volte puoi spingerti oltre ogni confine

Arricchire e svuotare un’esistenza intera

E sentirsi felice anche solo ad immaginare

Quelle piccole cose che non hai ancora

Sentirsi talmente persi, forse non ci fai attenzione

Mi rifugio nei miei versi, ma è solo un’altra distrazione

Sentirsi talmente persi, forse non ci fai attenzione

Quelle piccole cose che non hai ancora

Che non hai ancora

Che non hai ancora

Perché a volte puoi spingerti oltre ogni confine

Arricchire e svuotare un’esistenza intera

Quanti anni ci vogliono per raggiungere l’euforia

Per le piccole cose che non hai ancora?

E sentirsi felice anche solo ad immaginare quelle piccole cose che non Hai ancora