Le Iene Show e il Secondary Ticketing. Vivo Concerti coinvolta? [video]

Le Iene Show e il Secondary Ticketing. Vivo Concerti coinvolta

Le Iene Show e il Secondary Ticketing. Vivo Concerti coinvolta secondo il nuovo servizio di Matteo Viviani sulla questione del bagarinaggio online

Ancora non si placa la polemica sul secondary ticketing. Dopo lo scorso servizio infatti (maggiori info e la risposta degli artisti) e la conseguente conferenza stampa d’emergenza organizzata da F&P Group e altri organizzatori di eventi – tra i presenti anche Vivo Concerti (le dichiarazioni della conferenza stampa), Le Iene Show tornano ad indagare sulla questione, questa volta con nuove prove e documenti che vorrebbero Vivo Concerti immischiata in questa torbida storia.


I documenti mostrati nel servizio di Matteo Viviano, andato in onda poco fa, si riferirebbero però alla gestione dell’agenzia da parte di Corrado Rizzotto, “sollevato” dal suo incarico all’interno dell’azienda la scorsa estate e ora tornato in affati con Indipendente Concerti. Durante il servizio però, non è specificato con quali società Rizzotto, in veste di amministratore delegato di Vivo Concerti, abbia intrattenuto rapporti commerciali con piattaforme di secondary ticketing.

Attualmente la società vede a capo Clemente Zard, figlio dello storico David Zard.

Vivo Concerti e Live Nation avevano lavorato a stretto contatto per la realizzazione del programma di una serie di concerti al Fabrique e per l’organizzazione di rassegne musicali come la Milano Summer Arena e lo StreetArt Music Festival e per l’I-Days Festival 2016 a Monza.