Il film Poli Opposti e la scienza di Sapiens nel sabato sera di Rai 3

sapiens

Poli Opposti prende il posto de Le Parole della Settimana. Confermato Sapiens dalle 21:55 con Mario Tozzi alla scoperta dell’evoluzione

Il Coronavirus ferma inevitabilmente Le Parole della Settimana con Massimo Gramellini, ma invece di mettere insieme un meglio di, Rai 3 inserisce prima del consueto appuntamento con Sapiens – Un solo pianeta, il film commedia Poli Opposti.


Poli Opposti trama e cast

Sabato 14 marzo dalle 20:20 su Rai 3 il film Poli Opposti, commedia italiana che racconta la storia di Stefano e Claudia molto diversi tra loro, anzi..opposti. Opposti come i loro due lavori: lui è un terapista di coppia, appena separato dalla moglie, lei è un avvocato divorzista e madre single.

I loro uffici, con annessa abitazione, sono sullo stesso pianerottolo e l’antipatia reciproca è immediata. Quando, a questo, si aggiunge la rivalità professionale con i pazienti di uno che si rivolgono all’altra e viceversa, i due vengono in contatto e scoprono che gli opposti si attraggono. Protagonisti Sarah Felberbaum e Luca Argentero.

Sapiens – Un Solo pianeta il tema della settimana

Alle 21:55 torna l’appuntamento con l’approfondimento di Mario Tozzi con Sapiens – Un solo pianeta. Una serata dall’alto valore didattico intitolata “Da animali a uomini”, quella che si snoda attraverso una straordinaria ricostruzione visiva e scientifica, un vero e proprio film del cammino fatto dagli antenati dell’uomo a partire da 7 milioni di anni fa.

Chi sono i Sapiens? Da dove vengono? Sono diversi dagli altri viventi o sono solo più prepotenti? Cos’è e quando è avvenuto il “Grande Balzo in Avanti” che gli ha permesso di imporsi a tutti gli animali e a trasformare la natura? Esistono le razze umane? La crisi ambientale di oggi ha radici antiche quanto l’uomo: siamo stati i più forti o i più fortunati? Che ruolo hanno avuto l’immaginazione, l’arte, la religione?

Queste sono solo alcune delle domande alle quali Mario Tozzi proverà a dare una risposta insieme a grandi studiosi come il filosofo dell’evoluzione Telmo Pievani, il neurobiologo dei vegetali StefanoMancuso, l’etologa Elisabetta Visalberghi e il genetista Guido Barbujani, che da anni si occupa della biodiversità umana.