Le Parole della settimana gli ospiti di sabato 17 aprile su Rai 3

le parole della settimana
- Pubblicità -

Le parole della settimana sabato 10 aprile su Rai 3, ospiti e argomenti della puntata

Le Parole della settimana continua a raccontare l’Italia e il mondo con Massimo Gramellini attraverso il linguaggio, nella nuova puntata di sabato 17 aprile su Rai 3 (anche in streaming su RaiPlay), che vedrà ospiti Luca Barbarossa e Ferruccio De Bortoli

Le Parole della settimana è caratterizzato dal collaudato alternarsi di ospiti noti e non per scoprire, approfondire, comprendere, e spingere a riflessione sui principali fatti della settimana che va a concludersi. Il tutto con alcune presenze fisse già diventate cult come il momento del professore Vecchioni in apertura di trasmissione. Alla fine del programma Massimo Gramellini chiude con il suo monologo Buonasera.

- Pubblicità -

Gli ospiti di sabato 17 aprile

L’appuntamento di sabato 17 aprile con Le Parole Della Settimana si apre come al solito con la lezione e i giochi enigmistici del prof. Roberto Vecchioni che dedicherà il suo spazio alla poesia per poi giocare con Sigfrido Ranucci.

Massimo Gramellini ospita nel programma Luca Barbarossa cantautore, voce e volto di Radio 2 e autore del romanzo autobiografico Non perderti Niente, ci sarà Ferruccio De Bortoli, Corrado Augias per presentare Città Segrete in onda subito dopo il programma, e l’immunologa Antonella Viola dal suo divano per gli aggiornamenti sulla pandemia e sui vaccini.

Nel suo monologo Veronica Pivetti racconterà la storia di Malika, presente in tutti i programmi nel corso della settimana, la ragazza di 22 anni insultata e cacciata di casa dai genitori per la sua omosessualità. Oltre a Saverio Raimondo che tornerà a raccontare l’attualità con la sua satira tagliente, il giovane critico d’arte Jacopo Veneziani parlerà di bellezza al maschile nella storia dell’arte. Spazio poi anche a a storie straordinarie di vita quotidiana, da sempre il motore trainante del programma, raccontate dalla diretta voce di chi le ha vissute in prima persona, cittadini comuni che hanno saputo distinguersi per capacità, generosità o professionalità.

- Pubblicità -